A Cesena spettacolo per la #PerugiAssisi

Sabato 16 giugno il Centro per la pace di Cesena “Ernesto Balducci” propone lo spettacolo “E come potevamo noi cantare” in preparazione della marcia della pace #PerugiAssisi


333

“Poiché le guerre cominciano nelle menti degli uomini, è nelle menti degli uomini che si devono costruire le difese della pace”. Sono parole scritte nella Costituzione dell’Unesco, l’organizzazione dell’ONU per l’educazione, la scienza e la cultura fondata nel novembre del 1945. Parole motivate non da un sogno ma dall’incubo di due guerre mondiali che, però, non avevano distrutto la speranza di chi, vero gigante dell’umanità, aveva pensato a un mondo liberato dal “flagello della guerra”, dunque nel quale la guerra fosse bandita, per l’Italia: ripudiata.

Domenica 7 ottobre, settant’anni dopo la firma della Dichiarazione Universale dei diritti umani e l’entrata in vigore della Costituzione italiana, cent’anni dopo la fine della prima guerra mondiale, 50 anni dopo la morte del filosofo Aldo Capitini, ideatore della prima Marcia Perugia/Assisi, lungo la stessa strada che conduce da Perugia ad Assisi, centinaia di migliaia di persone, ancora una volta, saranno lì per dire no a ogni guerra e sì a ogni tentativo pur minimo per costruire la pace.

Il Centro per la Pace di Cesena “Ernesto Balducci” ha pensato di prepararci a quella che sarà una giornata di festa – camminare per la pace è una festa – con le parole di scrittori, poeti e scienziati (Remarque, Marinetti, Papini, Serra, Quasimodo, Ungaretti, Einstein, Freud, Balducci, Hikmet, Calvino), e con la musica, avendo un unico filo conduttore: ritrovarci in tanti e fare insieme a tanti altri, un altro piccolo tratto della lunga marcia dellapace e dellafraternità che vede migliaia di persone  impegnate tutti i giorni. Sarà uno spettacolo condotto dal gruppo teatrale “Teatro delle Lune”, fatto di parole e suoni lontani le une e gli altri dal chiacchiericcio che sembra avvolgere questi tempi di disimpegno, rabbia e sfiducia.

Lo spettacolo  “E come potevamo noi cantare” si svolgerà la serata di sabato 16 giugno, presso i locali della Chiesa Avventista di Cesena – farà sì che (questo, si vuole!) la prossima Marcia della pace PerugiAssisi, a cent’anni dalla fine della Grande Guerra avvicini l’avverarsi dei tempi della Grande Pace.

LO SPETTACOLO

E come potevamo noi cantare
E’ un progetto che nasce dalla raccolta di testi, lettere e poesie di vari autori del 900 a cura di Piero Piraccini (Marinetti, Papini, Serra, Quasimodo, Ungaretti, Remarque, Einstein, Freud, Balducci, Lombardi, Hikmet, Calvino), che hanno come tema il rapporto tra l’uomo e la guerra. Da qui l’idea di trasformare questo materiale letterario in uno spettacolo teatrale, realizzato per sensibilizzare i cittadini a partecipare alla marcia della pace Perugia-Assisi del 7 ottobre 2018 che avverrà a settant’anni dalla proclamazione della Dichiarazione Universale dei diritti umani, a settant’anni dalla entrata in vigore della Costituzione italiana, a cento anni dalla fine della prima guerra mondiale e a cinquant’anni dalla scomparsa del filosofo Aldo Capitini.
La lettura interpretativa di Monica Briganti sarà accompagnata da brani musicali e canzoni eseguite dal vivo dalla cantante Liana Mussoni, Tiziano Paganelli alla fisarmonica  e Fabrizio Flisi al pianoforte, con un repertorio d’epoca che va dalla prima guerra mondiale al secondo dopoguerra. Regia di Monica Briganti. Ingresso libero. L’evento è organizzato in collaborazione con il Centro per la pace di Cesena, l’Associazione ADRA e l’Associazione Culturale Quinte Dimensioni/Teatro delle Lune.

11 giugno 2018

Fonte: Perlapace.it – http://www.perlapace.it/cesena-spettacolo-la-perugiassisi/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *