La Grecia spiegata in dieci grafici

A fine agosto la Grecia è ufficialmente uscita dalla tutela della troika, guardare il Paese ellenico dopo le ricette anti crisi accettate obtorto collo dal governo Tsipras serve a capirne efficacia e finalità. internazionale.it

Il 20 agosto la Grecia è uscita dalla tutela della troika, composta da Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale. La penisola ellenica aveva un’amministrazione statale particolarmente inefficiente e un bisogno innegabile di riforme strutturali ma, sotto l’effetto delle politiche imposte dalla troika fin dal 2010, quasi tutti gli indicatori economici e sociali sono profondamente peggiorati. Compreso il debito pubblico, anche se l’obiettivo di quelle politiche era riuscire a gestirlo. Questo intervento passerà alla storia come un esempio di ciò che non bisogna assolutamente fare se si vuole aiutare un paese a risollevarsi.

Il declino della Grecia non si nota solo nelle statistiche economico-finanziarie, ma salta all’occhio anche quando guardiamo gli indicatori demografici. È un declino strutturale, non è legato solo a una fase. Dal 2008 la Grecia ha perso più di un milione di abitanti, che sono andati a vivere e a lavorare in altri paesi, mentre la zona euro ne ha guadagnati più di otto milioni.

Read more

Share on Facebook

Facebook

Tweet about this on Twitter

Twitter

Share on Google+

Google+

Share on LinkedIn

Linkedin

Pin on Pinterest

Pinterest

Email this to someone

email

Print this page

Print

Fonte: Sbilanciamoci.info – http://sbilanciamoci.info/la-grecia-spiegata-in-dieci-grafici/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *