Decreto Salvini: anche i luterani sono contro

La Chiesa evangelica luterana in Italia (CELI) si è detta “preoccupata per i contenuti limitativi e gravemente lesivi dei diritti umani” del decreto legge sicurezza e immigrazione del 24 settembre 2018. Lo riporta l’Agenzia di stampa NEV.

La responsabile della diaconia della CELI, Daniela Barbuscia, sempre a NEV ha dichiarato: “La sostanziale abolizione della protezione umanitaria e quindi la negazione del permesso di soggiorno per motivi umanitari, così come la riforma del Sistema di protezione dei richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), costringeranno i richiedenti asilo nei centri di identificazione […] Strutture chiuse, di tipo carcerario, frequentate da centinaia di persone vulnerabili in un momento in cui avrebbero bisogno di supporto e sostegno. Nutriamo forti preoccupazioni perché, con questa impostazione, si potenzia un modello che darà parecchi problemi sul territorio”.

La CELI è impegnata in numerosi progetti di accoglienza e supporto sociale, fra cui quello dei “Dublinati”, in cooperazione con la Federazione delle chiese evangeliche in Italia (FCEI). “Continueremo nell’impegno dando accoglienza, supporto sociale e assistenza legale ai migranti e sperando che il decreto, in netto contrasto con i diritti umani, non venga convertito in legge dal Parlamento” si legge nel comunicato stampa diramato dalla CELI, che conclude: “Non è solo un dovere cristiano accogliere e facilitare l’integrazione dei richiedenti asilo, ma è un principio morale inderogabile”.

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2018/10/05/decreto-salvini-anche-i-luterani-sono-contro/149253/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *