“Non sono problemi nostri”: il video virale che smonta la retorica dei porti chiusi

Spesso in questi mesi di criminalizzazione nei confronti delle ong e del loro impegno nel salvare vite in mare si è fatto riferimento ad un problema di comunicazione.

Al fatto cioè che le organizzazioni non riescano ad uscire dalla contrapposizione imposta dalla retorica leghista e facciano fatica a trovare un linguaggio efficace da contrapporre a quello dello slogan, che ha coniato veri e propri tormentoni come “porti chiusi” o “prima gli italiani”.

Qualcuno però ha provato a cambiare le cose. I fratelli Fabrizio e Federico Sansone, in arte I Sansoni, sono videomaker e hanno in questi giorni lanciato in rete “Non sono problemi nostri”.

Una breve clip che con ironia e paradossi prova a ribaltare l’immaginario e far ragionare sul tema dei migranti.

Una signora scivola e cade a terra nel cortile interno di un palazzo. Due inquilini dello stesso appartamento si confrontano: uno vuole intervenire e aiutare la donna, l’altro vorrebbe che ci pensassero gli altri abitanti del condominio.

Fino al colpo di scena finale: la signora-migranti, si rivela anche ricca di talento e utile per l’economia dell’appartamento-Paese.

I due erano diventati celebri grazie ad un altro video, dedicato invece al razzismo.

A quanto pare una strada per immaginare una narrazione diversa della solidarietà è possibile.

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2019/05/30/non-sono-problemi-nostri-il-video-virale-che-smonta-la-retorica-dei-po/151744/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *