La Sea Watch non sbarcherà i naufraghi in Libia

La Sea Watch non farà sbarcare i 53 migranti soccorsi nella giornata di ieri in Libia. A comunicarlo è la stessa Ong tedesca che ha reso pubblico il carteggio via e-mail con la guardia costiera di Tripoli che, come si legge, chiede di veicolare il messaggio ai colleghi italiani per “problemi di connessione a Internet”:

«La Sea Watch non sbarcherà i naufraghi in Libia. Tripoli non è un porto sicuro. Riportare coattivamente le persone soccorse in un Paese in guerra, farle imprigionare e torturare è un crimine. È vergognoso che l’Italia promuova queste atrocità e che i governi UE ne siano complici», scrive la Ong che spiega come alla luce dei trattati internazionali i migranti debbano necessariamente sbarcare in un porto sicuro.

«Far tornare i migranti in Libia significherebbe portare le persone salvate nei campi di detenzione, nella totale assenza dei diritti umani, esposte a trattamenti inumani e degradanti, sottoposti nuovamente al traffico di essere umani, a torture, lavori forzati e abusi sessuali», scrive la Sea Watch che menziona il report UNSMIL delle Nazioni Unite pubblicato a dicembre 2018.

«Le stesse conclusioni – aggiunge le Ong nella mail inviata alle autorità libiche e italiane – sono state riconosciute di recente da diversi tribunali italiani: (Ragusa, 16 aprile 2018 e 11 maggio 2018, Palermo 13 giugno e 14 ottobre 2018 e Trapani 3 giugno 2019)»

La Libia non può essere considerato un porto sicuro specialmente in questo momento dove da mesi il paese è in conflitto. La Ong tedesca chiede quindi un’opzione per poter sbarcare i migranti in un porto che garantisca la sicurezza dei naufraghi senza prolungare la loro permanenza in mare.

La Sea Watch aveva soccorso i 52 migranti nella giornata di ieri mercoledì 12 giugno a circa 47 miglia a largo di Zawiya dopo il fondamentale avvistamento dell’imbarcazione da parte dell’aereo di ricognizione Colibri.

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2019/06/13/la-sea-watch-non-sbarchera-i-naufraghi-in-libia/151896/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *