Siamo tutti in attesa di un #portosicuro. #FateciScendere

Mentre l’Italia è piombata nell’ennesima crisi politica e il Governo è caduto ci sono ancora 356 persone a bordo della #OceanViking che aspettano autorizzazione allo sbarco da 13 giorni.

Il #DecretoSicurezzaBis è un’oscenità giuridica che non ha risolto nessun problema di sicurezza nazionale perché l’unico problema di sicurezza in Italia è di tipo sociale con infrastrutture e servizi pubblici al collasso, la disoccupazione crescente, l’impoverimento culturale, di prospettive e umano.
Questo fa male a tutte e a tutti, migranti o meno.
Dal 2015 abbiamo visto nascere e cadere 2 governi nazionali e 3 governi cittadini, abbiamo subito, oltre agli sgomberi, l’attesa infinita di promesse mancate da parte delle Istituzioni, abbiamo visto crescere il rancore nutrito da notizie di cronaca sui migranti false o manipolate, criminalizzare la solidarietà, sdoganare il razzismo a partire dai vertici più alti delle Istituzioni.

Quello che non abbiamo visto? Soluzioni, progettualità, volontà di cambiare. Negli ultimi 445 giorni di legislatura abbiamo vissuto sulla nostra pelle una delle pagine più tristi della politica italiana e non solo in materia di migrazioni, una pagina di cui ancora ignoriamo conseguenze e risvolti.

Il Governo è caduto per volontà dello stesso Ministro dell’Interno ma non accade che per miracolo della Madonna o per l’eloquenza di un’audizione parlamentare di un ex Premier assente dalla scena per oltre un anno, il male fatto o i problemi scompaiano.

Ci sono persone in agonia nelle carceri libiche finanziate dallo Stato italiano; ci sono persone in agonia in mare e alle frontiere terrestri; ci sono persone in agonia sulle navi che le hanno salvate costrette ad aspettare anche fino a 20 giorni prima dell’attracco.
Persone che una volta accolte, devono aspettare tempi lunghissimi per l’ottenimento dei documenti per le cattive pratiche delle questure, persone che anche quando possono pagare un affitto ricevono solo rifiuti perché l’Italia è purtroppo ancora meschina e razzista. Persone spinte ai margini della società, immolate al caporalato o costrette al soldo della malavita per i vizi di un sistema che non si ha realmente intenzione di cambiare e le condizioni di vita di un italiano con un reddito basso o zero non sono certo diverse: gli scenari che ci accomunano nella guerra tra poveri, questi sì, non hanno confini.

Siamo tutti in attesa di un #portosicuro.

#FateciScendere

In foto (originale da www.vesselfinder.com) la rotta disegnata dall’imbarcazione di salvataggio Ocean Viking di Medici Senza Frontiere e SOS MEDITERRANEE
L’unica rotta possibile è quella dell’umanità.

 

Fonte: Baobab Experience – https://baobabexperience.org/2019/08/22/siamo-tutti-in-attesa-di-un-portosicuro-fateciscendere/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *