Newsletter n°589 del 10 settembre 2019

Nuovo governo, nodi economici, Wallerstein

Luci e ombre di un governo diverso

Con l’insediamento del “Conte-bis” si apre una fase politica che promette di essere diversa rispetto a quella del precedente governo giallo-verde. Ma alla bontà di alcuni punti del programma e di alcuni nuovi ministri fanno da contraltare le ombre e le incognite su decreti sicurezza, spese militari, investimenti pubblici, sistema fiscale e bancario.
Giulio Marcon

Una svolta sulle cose

In poco più di un anno, dal governo del cambiamento siamo passati al cambiamento del governo che – speriamo – possa mettere la parola fine su alcune scelte drammaticamente sbagliate, facendo invece quello che in questi mesi è rimasto lettera morta. Con una premessa: ci deve essere innovazione sul metodo, sulla forma che è anche contenuto.
Giulio Marcon

I nodi economici del governo

Se con la prossima manovra si vuole avviare il “cambiamento” a favore di crescita ed equità, occorre essere consapevoli che gli spazi operativi sono molto limitati. E destinare 23,2 miliardi a reiterare il blocco dell’aumento dell’Iva, non è la priorità.
Felice Roberto Pizzuti, Roberto Romano

Il Ministro Giuseppe Provenzano e il Sud

Pubblichiamo il video di un colloquio tra il nuovo Ministro del Sud Giuseppe Provenzano e il portavoce della Campagna Sbilanciamoci! Giulio Marcon: come far ripartire il Mezzogiorno e il Paese, il ruolo delle politiche e degli investimenti pubblici, il progetto sbagliato e dannoso dell’autonomia differenziata targato Lega.
Campagna Sbilanciamoci!

Il mondo di Wallerstein

Il sociologo Immanuel Wallerstein è scomparso il 31 agosto all’età di 89 anni. A lui, da Bruadel al Social Forum e attraverso gli scritti e le collaborazioni con Balibar, Samir Amin e Arrighi, si devono analisi sull’egemonia, l’azione individuale e collettiva all’interno del “sistema-mondo”.
Mario Pianta

Il terrore nucleare curato con l’aspirina

In Germania, che ha promesso di eliminare i reattori nucleari entro il 2022, torna la paura delle radiazioni e il governo compra 190 milioni di compresse di iodio. Ma da Fukushima all’addio al trattato Inf sui missili, all’incidente dell’8 agosto nella Siberia russa, cosa spaventa di più?

Mario Agostinelli


Campagna Sbilanciamoci!

STOP F35! Ultima possibilità

Da anni buttiamo miliardi di euro per i cacciabombardieri F35, invece di pensare al lavoro, all’ambiente, alla salute, all’istruzione. Aiutaci a fermare questo folle spreco di soldi (pubblici).


Nella rete

Los cachorros de Berlusconi

Lorena Pacho elpais.com

Fonte: Sbilanciamoci.info – http://sbilanciamoci.info/newsletter-n589-del-10-settembre-2019/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *