Niente di peggio per l’ambiente che la guerra

Documentario Ispra – RED COD Un arsenale sommerso

Mare cristallino sopra, armamenti e “rifiuti” di guerra sotto. Cosa lasciano la guerra (e la “pace”) nei mari di tutto il mondo. Una pattumiera bellica.

15 ottobre 2019

“Niente di peggio per l’ambiente che la guerra”.
Questa frase, che racchiude il senso di gran parte dell’impegno eco-pacifista della nostra associazione, è stata pronunciata da Ezio Amato (Responsabile area emergenze ambientali in mare dell’Ispra) al termine di una preziosissima lezione sugli inquinamenti marini durante il corso di giornalismo ambientale d’inchiesta dell’Università Roma Tre e del Centro Documentazione Conflitti Ambientali.

Vi segnaliamo questo documentario dell’Ispra (Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che ha qualche anno, ma purtroppo è ancora attualissimo. E’ la porta d’ingresso per un mondo sommerso che è pieno di bombe ad orologeria. Bombe per tutti i gusti, armi chimiche e tanto altro. Arsenali bellici sommersi che, anche se inesplosi, possono fare (e spesso già fanno) dei danni ingenti ai nostri ecosistemi.

Fonte: Peacelink.it – https://www.peacelink.it/ecologia/a/46916.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *