Che fine hanno fatto i pacifisti?

Quindici anni fa scendevano due milioni in piazza a Roma. Erano pacifisti che si mobilitavano contro la guerra in Iraq voluta da Bush.

Quelli che vedete nella foto sono i pacifisti che scendono in piazza contro Trump.

Sit-in, U.S. Embassy in Rome, Saturday, April 14th, 11am N.B. At 3 am on April 14th, Trump ordered a surprise missile attack on Syria. Thus the sit-in, originally called to protest U.S. military spending, became a protest against Trump's illegal military action as well.

C’è ancora una mobilitazione pacifista su questioni specifiche (F35, vendita di armi a nazioni in conflitto, curdi), non è però paragonabile a quella di quindici anni fa.

Oggi al movimento pacifista si è sostituito in piazza un movimento differente, fatto soprattutto di ragazzi che guardano ai cambiamenti climatici e al futuro: Fridays for Future.

E’ il movimento ispirato da Greta Thunberg.

E’ un movimento che punta su nuove tematiche di cittadinanza globale e di ecologia che quindici anni fa non erano emerse.

Vi è stata inoltre una mobilitazione antirazzista e di solidarietà con i migranti.

Ci sono ONG che concretamente soccorrono in mare i disperati, tanti dei quali non ce l’hanno fatta.

Ma, nonostante questi felici esempi di mobilitazione, permane la domanda: che fine hanno fatto i pacifisti?

Ne parleremo a Tavarnuzze (FI) il 9 e 10 novembre nella Casa della Pace di Pax Christi.

Qui nel frattempo potete scrivere i vostri commenti e le vostre idee in proposito.

In questi anni fa sono stati compiuti molti errori che hanno disorientato e depotenziato il movimento pacifista. Ed è bene individuarli e analizzarli.

Abbiamo aperto questa pagina ai commenti.

Guardate qui sotto, il software chiederà di registrarvi e poi scrivete, i vostri commenti saranno leggibili a tutti.

Fonte: www.peacelink.it – https://www.peacelink.it/editoriale/a/46986.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *