Oggi sardine in piazza a Catania. Le 10 cose da sapere.

Tutto quello che c’è da sapere sulla manifestazione di oggi, sabato 7 dicembre.

La manifestazione avrà inizio alle ore 18,00 e terminerà entro le ore 20,00.

Il luogo della manifestazione è piazza Alonzo Di Benedetto, ovvero la piazza della pescheria di Catania. L’appuntamento è stato dato presso la fontana dell’Amenano. Se le sardine saranno migliaia e la pescheria non riuscirà ad accoglierle tutte, allora c’è la possibilità che la manifestazione si estenda alla piazza Duomo.

Per l’occasione della manifestazione le Istituzioni preposte hanno sgomberato le aree e messo in sicurezza la zona da eventuali ingombri, al fine di consentire il più facile afflusso di persone.

La manifestazione è politica. Chiunque condivida i valori dell’antirazzismo, dell’antifascismo e intende manifestare contro i linguaggi e le politiche di odio è benvenuto in piazza.

La manifestazione sarà colorata. Chiunque può portare la propria sardina e il proprio cartello con il proprio messaggio. Sono vietati i messaggi di odio e di insulto.

La manifestazione è di tutte e tutti. Per questo si è deciso di non portare bandiere di partito o cartelli con simboli di partiti o movimenti.

La manifestazione deve essere pulita ed ecosostenibile. Niente carte a terra e alla fine della manifestazione saranno gli stessi manifestanti a ripulire la piazza.

Ci sarà un’amplificazione che trasmetterà musica e darà la possibilità di ascoltare i discorsi.

Non ci sarà un microfono aperto a tutti. Nelle riunioni che hanno visto la partecipazione di centinaia di “sardine” si è deciso cosa dire e quali canzoni trasmettere.

Si leggeranno alcuni articoli della Costituzione, alcune poesie scritte da cittadine, uno scritto di Giuseppe Fava contro la mafia e due “sardine” spiegheranno il motivo per cui si è scesi in piazza.

Per il corretto e sereno svolgimento della manifestazione alcuni manifestanti avranno il compito di dare indicazioni ai partecipanti, avranno un nastro blu in bella vista.

Buona manifestazione a tutte e tutti.

Fonte: I Siciliani – http://feedproxy.google.com/~r/isiciliani/~3/blAfDr3NJ3g/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *