Bomba a Librino

Morto un ragazzo di 26 anni. Colpita la tabaccheria di Bonaccorsi, consigliere comunale di opposizione.

Questa notte due giovani hanno messo una bomba davanti al distributore automatico di una tabaccheria di viale Castagnola del quartiere Librino a Catania. Uno dei due è stato colpito dalla deflagrazione ed è morto. Aveva 26 anni. È l’ennesima vittima del disastro sociale della città di Catania.

La tabaccheria di viale Castagnola nella foto di una residente nei momenti immediatamente successivi all’esplosione.

Il locale commerciale è gestito dal consigliere comunale del Movimento 5 Stelle Graziano Bonaccorsi e dalla sua famiglia. Bonaccorsi è l’esponente più significativo dell’opposizione all’attuale amministrazione in Consiglio Comunale. A lui si devono le denunce in Consiglio sulla costruzione di supermercati in aree non consentite, sugli sperperi delle società partecipate, su alcune esternalizzazioni di servizi, sulla gestione del servizio di gestione dei rifiuti.

Fonte: I Siciliani – http://feedproxy.google.com/~r/isiciliani/~3/tkOM_Ke-Xdc/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *