Il progetto Africane/Italiane. The development is women

11 Mar Il progetto Africane/Italiane. The development is women

11 Marzo 2020

Il progetto Africane/Italiane. The development is women focalizza l’attenzione sulle buone pratiche che donne immigrate dall’Africa (Nord Africa, Africa Subsahariana, Corno d’Africa) stanno realizzando a Torino e in Piemonte rendendo visibile il loro contributo a percorsi di Sviluppo sostenibile, nel nostro paese ma anche verso i loro paesi di origine.

Raccontando le storie di queste donne, delle loro comunità e delle reti che stanno costruendo per essere più protagoniste della società in cui vivono, insieme anche ad associazioni e donne italiane con cui intrecciano percorsi ed esperienze, il progetto indaga la questione femminile con nuovi linguaggi, meno stereotipati e più attenti alla dignità di tutte le donne, con l’obiettivo di creare cultura e di promuovere un impegno individuale e collettivo sul 5° Obiettivo di Sviluppo Sostenibile che riguarda il Raggiungimento dell’uguaglianza di genere e dell’emancipazione di tutte le donne e le ragazze.

Guardare all’impegno di donne forti delle loro competenze e di un percorso positivo di integrazione, significa riconoscere le buone pratiche che partono dal basso ma anche far emergere gli aspetti positivi del fenomeno migratorio in Piemonte, valorizzando associazioni e reti al femminile che agiscono quali motori del cambiamento per l’integrazione.

Un percorso che contribuisce a rendere evidenti, inoltre, le contraddizioni e le interdipendenze tra nord e sud del mondo nella creazione di immagini stereotipate e discriminanti delle donne, in particolare delle donne provenienti dall’Africa e che sottolinea come l’effettiva partecipazione femminile e pari opportunità di leadership ad ogni livello decisionale in ambito politico, economico e della vita pubblica sia essenziale per il raggiungimento di tutti gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile individuati dall’ONU per il 2030 (5° Obiettivo di Sviluppo Sostenibile).

Il percorso
L’attività si è basata sulla raccolta di testimonianze di donne africane della diaspora in Piemonte, facenti parte di una rete di associazioni in cui le donne migranti sono protagoniste, con l’obiettivo di informare sulle reali condizioni della loro migrazione, contestualizzate da dati e informazioni verificate, sulle loro scelte e sulla loro volontà di essere protagoniste del cambiamento positivo di altre donne e della società che le ha accolte.

Il progetto ha scelto di valorizzare i risultati ottenuti dall’impegno collettivo delle donne per porre l’accento sulla capacità delle donne africane e italiane, di essere leader di movimenti dal basso, promuovendo cooperazione, benessere e sviluppo, e con il desiderio di diventare soggetti politici capaci di avere dei posti chiave nelle istituzioni, sia al Nord che al Sud del mondo.

La scelta dello strumento video quale principale veicolo di diffusione dei messaggio è voluta per favorire il superamento degli stereotipi che riguardano la donna africana. Dare voce e volto a donne autorevoli e protagoniste di un importante percorso di integrazione, capaci di essere un ponte per l’integrazione di altre donne e delle seconde generazioni, offrirà loro nuove possibilità di crescita nel nostro paese, contribuendo a diffondere anche immagini differenti, senza dare soluzioni ma suscitando interesse, interrogativi, riflessioni capaci di modificare opinioni e atteggiamenti nell’opinione pubblica.

Fase 1REALIZZAZIONE DEL VIDEO REPORTAGE
Dopo una fase di monitoraggio e preparazione, l’attività di ripresa video ha preso il via con quindici donne che hanno dato voce e volti al protagonismo delle donne della diaspora africana a Torino. Un percorso che parte dagli anni ’90 e che trova oggi nuovi spazi, iniziative, competenze.

Il video-reportage è stato presentato al pubblico il 22 febbraio 2020 presso il Gruppo Abele.

Fase 2SENSIBILIZZAZIONE
Il Gruppo Abele propone laboratori presso scuole, associazioni di giovani, di migranti, associazioni femminili e altre realtà interessate. I laboratori prevedono la visione del reportage, accompagnato dall’incontro con le donne africane testimoni e con il supporto del toolkit formativo, pensato per favorire una riflessione e approfondire la conoscenza della realtà delle donne africane che vivono sul nostro territorio. Con l’obiettivo di riflettere sull’immaginario della donna africana e confrontarlo con la realtà di queste donne.

Sarà programmato, inoltre, un incontro di approfondimento, in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti, aperto a tutti al fine di promuovere una diffusa conoscenza e consapevolezza del 5° obiettivo di sviluppo sostenibile, in particolare sul 5.5: Garantire piena ed effettiva partecipazione femminile e pari opportunità di leadership ad ogni livello decisionale in ambito politico, economico e della vita pubblica.

Fase 3ATTIVAZIONE
Grazie all’impegno dei giovani studenti del Primo Liceo Artistico di Torino, in collaborazione con le facilitatrici del Gruppo Abele e la consulenza artistica del Museo di Arte Contemporanea di Rivoli sarà ideata una performance artistica da condurre insieme alle donne immigrate di prima e seconda generazione nel mese di maggio. L’evento è in programma al Gruppo Abele, nell’ambito di un’iniziativa dall’alto valore artistico e culturale.

Collaborazioni
Per il raggiungimento degli obiettivi del progetto è stato previsto il coinvolgimento dell’associazionismo migrante con un ruolo attivo nei percorsi di educazione alla cittadinanza mondiale, in particolare per le associazioni giovanili e di seconda generazione.

In particolare è stata avvita una collaborazione con il progetto FAMI IMPACT – Interazioni in Piemonte2 che l’associazione Gruppo Abele ha realizzato nell’ambito del come partner della regione Piemonte nella valorizzazione e promozione dell’associazionismo tra cittadini di origine straniera.   Il progetto ha contribuito alla nascita del Forum delle donne africane a Torino nel 2018.

Il reportage si inserisce nel progetto Africane/Italiane. The development is women, ed è stato prodotto con il contributo finanziario dell’Unione europea e della Regione Piemonte, attraverso il Consorzio delle Ong Piemontesi nell’ambito di Frame, Voice, Report!. Il contenuto di questo video reportage è di esclusiva responsabilità dell’Associazione Gruppo Abele Onlus e non riflette necessariamente la posizione dei donatori.

 

© – 2019-2020 – Associazione Gruppo Abele Onlus. All rights reserved. Licensed to the European Union under conditions.

Fonte: Gruppo Abele – https://www.gruppoabele.org/il-progetto-africane-italiane-the-development-is-women/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *