Spari in aria della guardia costiera libica contro i migranti: 68 soccorsi

La Alan Kurdi, unica nave di soccorso in mare al momento presente nel Mediterraneo ha soccorso 68 persone che erano a bordo di un barcone in precarie condizioni di navigabilità.

Durante i soccorsi la cosiddetta guardia costiera libica ha aperto il fuoco e ha cominciato a sparare in aria. Molti migranti si sono gettati in mare, ma sono stati salvati tempestivamente dall’equipaggio della Ong tedesca che ora rimane l’unica speranza per centinaia di persone in fuga dalla Libia nella zona Sar.

Nonostante la pandemia, non si arrestano le partenze di migranti dalla Libia che cercano così di fuggire all’orrore dei campi di detenzione libici.

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2020/04/06/spari-in-aria-della-guardia-costiera-libica-contro-i-migranti-68-socco/154895/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *