Decreto #IoRestoInMare

“L’Italia non è più un porto sicuro”
Lo dice il nuovo Decreto che impedisce ai migranti soccorsi in mare di essere accolti sulle coste italiane per l’intera durata dell’emergenza Covid-19.

Il provvedimento viene firmato nottetempo dai ministri Di Maio, Lamorgese, De Micheli e Speranza, mentre 145 esseri umani soccorsi dalla Alan Kurdi, fra gli spari della guardia costiera libica, si trovano in mare, a poche miglia da Linosa e Lampedusa, in attesa dell’autorizzazione allo sbarco della Guardia Costiera italiana. Viene firmato in fretta e furia proprio per impedire quello sbarco.

Ci sono però alcune cose che non comprendiamo, cari ministri firmatari:

1) essendo la pandemia GLOBALE quale paese può dirsi sicuro? La Spagna che come noi viaggia a un ritmo di 700 morti al giorno e un picco che non accenna ancora ad arrivare? La piccolissima Malta già alle prese con 227 casi e con mille migranti già messi in quarantena, 8 dei quali positivi? La Grecia che già sopporta la pressione al confine con la Turchia e che ospita nelle isole egee 5 campi profughi affollati e in condizioni igieniche terrificanti? O la Germania, come vorrebbe il Decreto,che contava ieri 99 mila contagiati e 1607 vittime del virus?

2) il decreto fa riferimento solo ai soccorsi effettuati da “navi battenti bandiera straniera, che abbiano condotto le operazioni al di fuori dell’area Sar italiana”. Dunque, visto il preteso fondamento di tutela della salute pubblica dato al decreto, cambiando bandiera e posizione geografica il rischio epidemiologico #COVID19 improvvisamente scompare?

4) Perché non applicare allo sbarco i protocolli esistenti che consentirebbero di agire in sicurezza, salvaguardando l’umanità (la loro, la nostra) e preferire invece di alzare il livello del pericolo in mare e dello scontro in Europa? E’ preferibile derogare, violare il Diritto Internazionale?

3) Considerato che vi siete presentati come “Governo del cambiamento” e che il precedente esecutivo si è distinto solo per azioni di propaganda sulla pelle degli ultimi, sarebbe stato semplice non emularlo e invece ci troviamo un Decreto #portichiusibis

L’ originale e la copia perfetta, col candore della scusa #COVIDー19

Fonte: Baobab Experience – https://baobabexperience.org/2020/04/08/decreto-iorestoinmare/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *