Newsletter n° 611 del 18 aprile 2020

L’Italia che vogliamo

In salute, giusta, sostenibile.
L’Italia che vogliamo

Dopo la pandemia l’Italia non sarà più come prima. Tocca a noi progettare la ricostruzione. In questi “10 punti”, 41 studiosi ed esponenti della società civile aprono la discussione sulle risposte alla crisi e il futuro del paese: 10 punti per un percorso comune di proposte e pratiche di cambiamento.
Sbilanciamoci!

Una Commissione Beveridge per l’Italia

Come per la Gran Bretagna in piena seconda guerra mondiale, anche per l’Italia serve oggi una Commissione Beveridge che vari un ambizioso piano di ricostruzione del paese. Mettendo al centro gli investimenti pubblici, il welfare, la salute, il lavoro, l’ambiente per un nuovo modello di sviluppo equo, sostenibile, di qualità.
Giulio Marcon

5 webinar per capire la pandemia e il mondo che verrà

Dal 21 aprile al 4 maggio, Sbilanciamoci! in collaborazione con Attiviamo Energie Positive organizza un ciclo di cinque seminari online per discutere delle cause e delle conseguenze del Covid-19, a partire dai contenuti dell’ebook gratuito “L’epidemia che ferma il mondo”. E in compagnia dei suoi autori.
Sbilamciamoci!

L’epidemia che ferma il mondo.
L’ebook di Sbilanciamoci!

La pubblicazione raccoglie una selezione di contributi usciti su sbilanciamoci.info a marzo 2020: un’analisi della genesi, dell’impatto e delle conseguenze dell’epidemia. E una serie di alternative – economiche, politiche, sociali, ambientali – per l’economia e la società che verranno.


ARTICOLI

C’era una volta il multilaterialismo: l’Oms sotto attacco

Senza un’organizzazione internazionale pubblica sulla salute non riusciremo ad affrontare pandemie come quella del Covid-19. Ma l’Oms ha un budget di appena 4,42 miliardi, pochi poteri, molti compiti che la espongono come capro espiatorio all’incapacità dei governi. Trump rischia di darle il colpo di grazia.
Nicoletta Dentico

 

La ricerca di base, miglior antidoto contro le epidemie

Tagli alla ricerca di base di università e centri di ricerca pubblici, tagli agli stanziamenti governativi per la ricerca nel campo della salute. Negli ultimi anni il definanziamento è la norma, in Italia e non solo. E poi tutti a chiedere di far presto agli scienziati impegnati contro il Covid-19.
Alessandro Sterlacchini

Coronavirus, l’Italia rischia grosso

L’Italia si troverà molto presto con un quadro di finanza pubblica disastrato, causa emergenza Covid-19 e conseguenti recessione economica e aumento del debito. Ma il ricorso al Fondo Salva Stati rischia di farci finire dalla padella nella brace. Servono altre soluzioni: monetizzazione del debito o Eurobond.
Luigi Pandolfi

Tra le ricette anti-crisi serve una patrimoniale

Di fronte alle spese da sostenere per la crisi causata dalla pandemia, si riaccende il dibattito sulla patrimoniale. Dagli Usa alla Francia, dalla Spagna all’Italia, un giro del mondo per capire come si può strutturare la misura, quali sono gli ostacoli e i suoi obiettivi, quante entrate potrebbe generare.
Michele Bavaro

La pandemia colpisce anche i combustibili fossili

La domanda di combustibili fossili è crollata con la crisi Covid e potrebbe non superare più i picchi del 2019. Quando l’economia globale si riprenderà, tutto il nostro settore produttivo potrebbe essere alimentato da fonti rinnovabili. Ma i governi sono a un bivio, ora devono decidere da che parte stare.
Giacomo Pellini

Fonte: Sbilanciamoci.info – https://sbilanciamoci.info/newsletter-n-611-del-18-aprile-2020/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *