Giochi a mezza distanza

Alcune proposte dai ragazzi e le ragazze della prima A, della scuola media inferiore Fratelli Bandiera di Roma.

Calcio-basket [Andrea D.]
Ci sono quattro persone. Si gioca tutti contro tutti in un quadrato di dieci metri che è suddiviso in quattro quadrati e in ogni quadrato si mette una persona. Nella parte esterna di ogni quadrato c’è un canestro basso (rasoterra). Le persone devono cercare di colpire la palla con i piedi o con la testa e mandarla in uno dei canestri avversari, mentre la persona che sta in quel quadrato cerca di parare il colpo.

Battimuro [Andrea B.]
Se penso agli spazi in cui giocare intorno a casa o scuola, mi viene subito in mente la “piazzetta” in cui si trova l’ingresso della scuola e dove passavo tanto tempo con i miei amici. Lì, mantenendo le distanze di sicurezza e quindi senza bisogno di mascherina, si può giocare a “battimuro”. Serve solo un pallone e un muro, che in questo caso è quello della scuola. I partecipanti si mettono distanziati tra loro e, a turno, calciano il pallone in modo che rimbalzi sul muro. Inizia il primo e poi il giocatore successivo dovrà riuscire a calciare a sua volta il pallone contro il muro, ma con un solo tocco. Se non riesce, gli viene levata una vita dalle 10 iniziali. Si va avanti così, finché non rimane un solo giocatore, che sarà il vincitore. Non vedo l’ora di poterci giocare!

Palla in scatola [Emanuele]
Questo gioco a ”mezza distanza’’ si chiama palla in scatola: per giocare occorrono dieci palline rimbalzanti e una scatola di cartone. La scatola va posizionata sopra un tavolo e i due giocatori, disposti agli estremi, con cinque palline a disposizione, devono riuscire a lanciare le palle dentro la scatola facendole rimbalzare una sola volta sul tavolo. Chi riesce a mettere più palline nella scatola ha vinto.

Calcio-volo [Alessio]
Nel 1946 il famoso atleta Alessio Galtelli ebbe l’idea di creare un nuovo sport: il calcio-volo. Questo sport è l’unione della pallavolo e del calcio. Si svolge tra due squadre formate da quattro giocatori per ognuna: il campo di gioco misura 9×15 metri e l’altezza della rete è di 2 metri. Lo scopo del gioco? Le squadre dovranno far cadere la palla nel campo avversario, i giocatori possono usare le mani, il petto, i piedi, testa e le ginocchia. Realizzeranno 1 punto con le mani, 3 punti con le ginocchia o i piedi e 5 punti con il petto o la testa. La partita prevede tre set da 30 punti. Quando un giocatore invade il campo avversario con qualche parte del corpo perde 3 punti e nel caso dovesse infrangere le regole c’è l’espulsione.

In mezzo al cerchio [Emma]
Per giocare si deve formare un cerchio rispettando le distanze di sicurezza. Si pone al centro del cerchio un oggetto: ogni giocatore deva cercare di prendere l’oggetto senza però andare addosso agli altri, altrimenti viene eliminato. Vince chi riesce a prendere l’oggetto senza scontrarsi con gli altri.

Calcio-baseball [Valerio]
Il calcio-baseball è composto da 2 squadre di 4 giocatori l’una. Il gioco consiste nel far più punti. Al termine del tempo stabilito (5 minuti), la squadra che attacca dovrà difendere e viceversa. Per fare punti la squadra che attacca avrà bisogno di una palla da calcio e dovrà tirarla con i piedi il più lontano possibile, mentre la palla rotola l’attaccante dovrà correre per le 6 case-base. Una volta tornato alla casa-base di partenza la squadra avrà fatto un punto. La squadra che difende dovrà cercare di recuperare la palla con 3 persone perché il quarto starà al centro del campo fermo ad aspettare che i suoi compagni gli portino la palla. Quando il giocatore che sta al centro del campo la riceverà, dovrà gridare “Stop!”. Se il giocatore della squadra che attaccava è fuori dalla casa-base sarà eliminato, mentre se sarà su una delle sei case-base o se avrà fatto punto sarà salvo. La squadra che al termine dei 2 “round” avrà totalizzato più punti vince.

Ginnastica artistica [Giulia]
Nella mia scuola, la maggior parte dei giochi sono a gruppi. Il gruppo serve per potersi conoscere bene, socializzare e tante altre cose belle. Gli sport preferiti nella mia scuola sono la pallavolo e la ginnastica artistica. La pallavolo si svolge in gruppo ma si è divisi in due squadre; detto in modo più sintetico possibile, i due gruppi devono lottare tra loro, e per vincere si deve cercare di far cadere la palla nella zona avversaria. Se l’avversario riesce a colpirla e a farla rimbalzare sulle proprie mani, vuol dire che il gioco non è stato terminato e la partita quindi continua. Il gioco deve avere almeno avere due persone, sia nella squadra avversaria sia in quella dove giochi tu, perché prima di fare la schiacciata o altre mosse per gettare la palla nel campo avversario si devono fare almeno tre passaggi. La ginnastica artistica, invece, si può svolgere anche da soli (e dunque è più adatto come sport a “mezza distanza”), però se per esempio, in una coreografia devi fare una spaccata e poi volare in aria girando su te stessa, servono altre persone che ci tirino su, ci diano una mano, insomma un gruppo. Stare insieme alle persone è una cosa fantastica! Ed è per questo che quando posso scelgo sempre il gioco con tante persone.

Calcio-baseball [Paolo]
Un gioco che ho inventato, rispettando il distanziamento sociale è calcio-baseball: un gioco in cui un giocatore deve lanciare la palla ad un altro, il giocatore che riceve la palla deve cercare di lanciarla più lontano possibile utilizzando i piedi. Vince il giocatore che manda il pallone più lontano.

Il gioco floreale [Pierpaolo]
I giocatori di “Il gioco floreale” (un gioco da tavola) sono due. Per preparare questo gioco occorre un foglio e una penna. Bisogna prima disegnare quattro fiori diversi tra loro, poi girare il foglio e disegnare dietro un altro fiore di un’altra specie. Il gioco consiste nello scoprire che tipo di specie è il fiore disegnato dietro: se indovina l’avversario deciderà se far fare una penitenza all’altro; se invece vince chi ha disegnato i fiori farà a cambio con l’altro giocatore.

Fonte: comune-info – https://comune-info.net/giochi-a-mezza-distanza/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *