Joseph è corso in cielo

Veniva dal Camerun Joseph Bouasse Ombiogno Perfection, 22 anni, ex giocatore della Roma Primavera, morto per un arresto cardiaco. Era arrivato in quella straordinaria storia dei Liberi Nantes, prima della Roma, come arrivano tutti i ragazzi, migliaia in questi tredici anni. Sanno che a Pietralata c’è un campo e una squadra in cui tutti e tutte possono giocare e costruire relazioni. “Ce lo porta via improvvisamente una notte di primavera – scrivono i Liberi Nantes -, così rapidamente che quasi stentiamo a crederci. Forse questo vento che soffia oggi su Roma è solo l’ennesimo scatto bruciante di Joseph, che quando parte lui, beh provate a prenderlo se ci riuscite…”

Foto tratta dalla pag. fb di Liberi Nantes

Si alzavano nuvole di polvere del vecchio Campo Sportivo XXV Aprile – Pietralata quando scattava. Era dura stargli dietro, i suoi compagni di squadra arrancavano, per gli avversari era un fruscio improvviso giunto da chissà dove.

Veniva dal Camerun Joseph Bouasse Ombiogno Perfection (ventidue anni, ex giocatore della Roma Primavera), arrivò da noi come arrivano tutti i ragazzi, migliaia in questi tredici anni. Sanno che a Pietralata, a Roma, c’è un campo e una squadra (iscritta alla Terza categoria) in cui tutti possono giocare, una grande famiglia accogliente dove l’unica cosa che conta è stare insieme per giocare e non pensare ad altro.

Era poco più che un adolescente quando arrivò da noi, qualche pescecane con pochi scrupoli l’aveva notato nel suo paese e lo aveva portato in Italia promettendogli il Paradiso del grande Calcio. Si ritrovò abbandonato alla Stazione Termini, solo e senza punti di riferimento. Dopo i primi momenti di smarrimento ritrovò un po’ di fiducia e la Liberi Nantes per qualche mese divenne la sua nuova casa sportiva. Era davvero impressionante vederlo giocare, fu per questo che facemmo un’eccezione, l’unica di tutta la nostra storia: lo segnalammo a qualche talent scout affinché potesse avere un’opportunità nel mondo del professionismo: lo accolse la A.S. Roma che poi decise di tesserarlo una volta raggiunta la maggiore età.

Di lì in poi Joseph ha percorso la sua strada, noi abbiamo fatto il tifo per lui seguendolo un po’ più da lontano ma continuando a coltivare la speranza di vederlo tornare un giorno a Pietralata per fare una sgambata insieme ai suoi vecchi compagni di squadra.

Ce lo porta via improvvisamente una notte di primavera, così rapidamente che quasi stentiamo a crederci. Forse questo vento che soffia oggi su Roma è solo l’ennesimo scatto bruciante di Joseph, che quando parte lui, beh provate a prenderlo se ci riuscite.

Ciao ragazzo, giovane Nantes, che ti sia lieve la terra.


<!–
–>
Fonte: comune-info – https://comune-info.net/joseph-e-corso-in-cielo/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *