“1960: L’ANNO ANTIFASCISTA”

Dopo un infuocato comizio di Sandro Pertini e la proclamazione dello sciopero generale di Genova, dopo le cariche dei carabinieri a cavallo contro i dimostranti a Porta San Paolo a Roma, dopo la dura repressione della polizia che provocò morti a Licata, a Reggio Emilia, a Palermo, a Catania, il 19 luglio 1960 cadeva il Governo Tambroni che era sostenuto in modo determinante dal MSI, partito neofascista. La destra veniva clamorosamente sconfitta. Quella mobilitazione popolare dell’Italia democratica e della Resistenza (l’ANPI fu protagonista) contro l’Italia brutalmente reazionaria permise di ristabilire corrette relazioni tra la società italiana, il ruolo dei partiti, la funzione del Parlamento e il ruolo di arbitro del Presidente della Repubblica che erano caduti in una sostanziale sospensione della Costituzione.

Il programma delle iniziative a Genova

#30giugno

“60 anni dal 30 giugno 60: Genova, democrazia e diritti”

30 Giugno 2020 dalle ore 17.00

Diretta social tra riflessioni e musica dalle pagine Facebook di Goodmorning Genova, Cgil Genova e ANPI Genova

La Camera del Lavoro di Genova e l’Anpi, con il patrocinio dell’Università di Genova e della Città Metropolitana, avevano in programma un ciclo di iniziative tese a ricordare, riproporre, studiare ed ana-lizzare storicamente gli avvenimenti del giugno-luglio ’60, la mobilitazione popo-lare contro la convocazione del Congresso del Msi, presieduto dal prefetto Carlo Basile responsabile delle deportazioni operaie in città, atto che fu vissuto come una vera e propria provocazione. Le disposizioni sanitarie a contenimento del contagio hanno stravolto la pro-grammazione che viene spostata sui social, in una diretta streaming in program-ma il 30 Giugno dalle ore 17 alle ore 20 sulle pagine Facebook Cgil Genova, Anpi Genova, Goodmorning Genova e sul canale youtube di Goodmorning Genova. Musica e ospiti si alterneranno ad altri contributi come quelli delle altre città pro-tagoniste di quei giorni. Nella diretta, oltre a Igor Magni Segretario Generale della Camera del Lavoro di Genova e Massimo Bisca Presidente Anpi, è prevista la partecipazione di Maurizio Landini Segretario Generale Cgil. Sono tanti gli artisti che accompagneranno la diretta: il cantautore Andrea Sigo-na, Dany Franchi, considerato uno dei migliori giovani musicisti Blues sulla sce-na di oggi. The Bluesskins, La band, formata da Francesco Rebora alle chitarre e alla voce, Rodrigo Brito al basso elettrico e Mattia Ciuffardi alla batteria, propo-ne un blues nuovo, fresco ed elettrico. Raphael – Raphael Emmanuel che ha fon-dato con l’amico bassista Andrea Bottaro gli Eazy Skankers. Dopo aver parteci-pato a diversi festival reggae, vincono l’Arezzo Wave Festival e arrivano a con-dividere il palco con artisti quali Sinead O’Connor, Giuliano Palma e altri. Paola Escobar, cantautrice cilena che iniziando dal pachanga e passando per fasi punk e le santere ha trovato la sua dimensione fondendo la grinta e il sound della scena hip hop a fiere radici latino americane. Davide Di Muzio – cantante dei Meganoi-di. Ed inoltre lo strepitoso Andrea Di Marco con un pezzo inedito sul 30 giugno 1960. Sempre il 30 Giugno alle ore 11 presso Largo Pertini, a cura di Anpi Genova e Cgil Genova, nel rispetto delle misure sanitarie vigenti, sarà deposta una corona di fiori alla targa che lo ricorda. Il discorso di Pertini del 28 giugno, fu uno dei momenti più alti di quei giorni e resta oggi una risposta alle provocazioni della destra estrema che sulla violenza dei toni basa la propria strategia politica.

Il programma delle iniziative a Roma

La mattina del 6 luglio alle 10.00, a Porta San Paolo, ANPI, Cgil, Fiap e Anppia deporranno una corona di fiori.

Il programma delle iniziative a Reggio Emilia

martedì 7 luglio

ore 17.30 – Cimitero monumentale (ingresso da via Beretti)

Omaggio alle tombe dei caduti da parte dei rappresentanti istituzionali, sindacali e delle associazioni partigiane

ore 18.15 – Piazza martiri 7 luglio

Deposizione di una corona al cippo dedicato ai Martiri del 7 luglio 1960, alla presenza di gonfaloni e labari

Percorso sulle “pietre d’inciampo” in memoria dei caduti, poste in cinque luoghi di piazza martiri del 7 luglio 1960

ore 18.30 – Giardini pubblici, Piazza della vittoria – Cerimonia con interventi di:

Luca Vecchi, sindaco di reggio emilia

Ilenia malavasi, vicepresidente della provincia di reggio emilia

Silvano franchi, fratello di Ovidio Franchi

Ezio Mauro, giornalista

Maurizio landini, segretario generale cgil

lunedì 6 luglio

ore 9.00 – Inaugurazione on line di ‘morire in piazza’, la nuova stanza digitale di livello9, il museo di luoghi del ‘900 reggiano www.livello9.it

Promosso da Istoreco

ore 21.00 – Chiostro della ghiara, via guasco 6

Lotta al fascismo e al razzismo di ogni tempo con prof. Carlo Smuraglia, presi-dente emerito anpi e on. Pier Luigi Bersani, già presidente RER.

Promosso da Anpi

Ingresso libero fino a esaurimento posti

mercoledì 8 luglio

ore 18.00 – Corte interna della Camera del lavoro, via Roma 53

Luglio ’60: l’apertura di una nuova fase. Movimento sindacale e questione demo-cratica ieri e oggi. Ne discutono Adolfo Pepe (fondazione Di Vittorio), Carlo Ghezzi (anpi) Ivano Bosco (cgil re) e Igor Magni (cgil ge)

Promosso da cgil e Fondazione Di Vittorio

Ingresso libero fino ad esaurimento posti

venerdì 10 luglio

ore 18.15 – via Dante Alighieri 11 – ritrovo presso la sede di Istoreco

Passeggiata storica nel centro cittadino sui luoghi dell’eccidio

Promosso da istoreco e culturelabs

Fonte: Anpi – https://anpi.it/a2334/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *