Le Città per l’Economia di Francesco – Laboratorio online sabato 11 luglio

Come realizzare a livello locale un’economia della cura e della fraternità? Ne parleremo insieme a decine di Sindaci, amministratori locali ed esperti. Vedi il programma, i relatori e come partecipare.


FASCIA11

 
 

Verso l’Economia di Francesco

Verso la Marcia PerugiAssisi per l’economia della cura e della fraternità

 
 

Le Città per l’Economia di Francesco

Laboratorio online

sabato 11 luglio 2020

ore 10.00 – 13.00

 
 

Il link ZOOM per partecipare è:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZ0vc-qurj4uEtwsNsKgWpLQQL4FkuRxDa-h

Ore 9.30 Accoglienza dei partecipanti – Prove tecniche di collegamento

 

Ore 10.00 Apertura del Laboratorio

 

Interverranno:

Pier Paolo Baretta, Sottosegretario Ministero Economia e Finanza

Jean Fabre, Task Force dell’Onu sull’Economia Sociale e Solidale

Felice Scalvini, Delegato Anci Consiglio Nazionale Terzo Settore, Co-Presidente Reves

Carlo Borzaga, Docente di Economia dell’Università di Trento, Presidente Euricse

Marco Piccolo, Presidente della Fondazione Banca Etica

Elly Schlein, Vicepresidente della Regione Emilia Romagna

Luciano Bacchetta, Presidente della Provincia di Perugia

Stefania Proietti, Sindaca del Comune di Assisi

Enrico Piergallini, Sindaco di Grottammare (AP)

Gianni Bagnoli, Assessore del Comune di Sinalunga (SI)

Fabrizio Tondi, Sindaco di Abbadia San Salvatore (SI)

Leoluca Orlando, Sindaco del Comune di Palermo

Francesca Benciolini, Assessore del Comune di Padova

Francesca Bottalico, Assessore del Comune di Bari

Alessandro Martini, Assessore del Comune di Firenze

Aldo Sollami, Assessore delComune di Capaci (PA)

Angelo Giovannini, Sindaco del Comune di Bomporto (MO)

Angelo Paolo Marcari, Sindaco del Comune di Monteleone Sabino (RI)

Barbara Penzo, Consigliera del Comune di Chioggia (VE)

Beatrice Testadiferro, Assessore del Comune di Maiolati Spontini (AN)

Carlo Verona, Assessore alla Cultura e Inclusione del Comune di Cesena

Daniele Tronci, Vicesindaco del Comune diLamporecchio (PT)

Domenico Alberto Muro, Sindaco del Comune di Castelgrande (PZ)

Donato Marino, Consigliere del Comune di Fasano (BR)

Doralice Piccinelli, Assessore del Comune di Darfo Boario Terme (BS)

Edoardo Daneo, Direttore del Coordinamento Comuni per la Pace della Provincia di Torino

Elvis Martino, Assessore del Comune di Aprilia (RM)

Emiliano Lazzeretti, Assessore del Comune di Fucecchio (FI)

Federica Battafarano,Assessore del Comune di Cerveteri (RM)

Francesco Inzirillo, Comune di Capaci (PA)

Francesco Rasera Berna, Presidente del Consiglio del Comune di Belluno

Francesco Romizi, Consigliere del Comune di Arezzo

Gabriele Alberti, Presidente del Consiglio Comunale di Prato

Gianmarco Proietti, Assessore del Comune di Latina

Giovanni Barenghi, Assessore delComune di Robecco sul Naviglio (MI)

Giovanni D’Angelo, Consigliere del Comune di Ginosa (TA)

Giuseppe Montanile, Sindaco del Comune di Brusciano (NA)

Giuseppina Vanzo, Assessore del Comune di Cavalese (TN)

Luca Milani, Presidente del Consiglio del Comune di Firenze

Lucia Monaco, Assessore del Comune di Caserta

Marco Cassinadri, Presidente del Consiglio del Comune di Casalgrande (RE)

Maria Grazia Caglio, Assessore del Comune di Osnago (LC)

Maria Paola Nicolis, Consigliera del Comune di Fumane (VR)

Marianna Montagnana, Centro Pace del Comune di Bolzano

Marina Isu, Consigliera del Comune di Bra (CN)

Michela Brunelli, Assessore del Comune di Cervia (RA)

Michele Fiaschi, Consigliere del Comune di San Miniato (PI)

Monica Bocci, Consigliere del Comune di Maiolati Spontini (AN)

Nadia Ottonello, Assessore del comune di Quiliano (SV)

Nicola Isetta, Sindaco del Comune di Quiliano (SV)

Oriana Trombin, Consigliera del Comune di Adria (RO)

Rita Barbieri, Assessore del Comune di Castelfranco Emilia (MO)

Simone Dal Pozzo,Sindaco del Comune di Guardiagrele (CH)

Stefano Ragghianti, Assessore del Comune di Lucca

Tiziana De Cao, Consigliere del Comune di Valdagno (VI)

Coordinano il laboratorio:

Andrea Ferrari, Presidente del Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani

Marina Baretta, Assessore del Comune di Barberino Tavarnelle (FI)

Flavio Lotti, Direttore Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani

* * *

 

Per dare risposte concrete ai problemi che la gente deve affrontare dopo il coronavirus è necessario ripartire dalle città, piccole e grandi. E’ qui che si esprimono quasi tutti i problemi economici, sociali e ambientali. Ed è qui che tutti i giorni le persone costruiscono la propria vita e cercano le soluzioni ai propri problemi. Il principio da seguire è il principio di sussidiarietà: le risposte migliori si danno partendo da dove vive la gente. Servono risposte di prossimità.

La crisi è grave. Se davvero non vogliamo “lasciare nessuno indietro”, servono l’impegno, il protagonismo e la collaborazione più ampia.Anche per questa ragione dobbiamo ripartire dalle città. Perché, per quanto estesi siano i problemi, bisogna localizzare e personalizzare le risposte cercando di utilizzare tutte le risorse e le energie positive che sono patrimonio di ogni comunità locale, in uno spirito di collaborazione senza confini.

Non ci sono politiche di sviluppo nazionali o europee che possano ignorare lo sviluppo locale territoriale. Per questo l’Italia e l’Europa devono tornare ad investire sulle città e sui territori.

Ma cosa possono fareconcretamente le città e gli Enti Locali? Cosa si sta già facendo per affrontare le conseguenze del covid? Quali sono i bisogni emergenti? Quali soluzioni si stanno ideando per fronteggiare le nuove e le vecchie povertà, la crescita della precarietà, della disoccupazione e dell’insicurezza sociale?

 

Ogni città e ogni territorio devono essere considerati come un laboratorio a cielo aperto. Come si possono rafforzare le capacità degli Enti Locali di rispondere efficacemente ai bisogni essenziali dei propri cittadini e in particolare dei più vulnerabili? Come possiamo espandere le esperienze positive di impresa sociale, cooperazione e non profit che esistono? In che modo le nuove tecnologie verdi e la finanza etica possono stimolare un autentico sviluppo delle nostre comunità locali? Quali strumenti, risorse e poteri devono essere conferiti o restituiti agli amministratori localiper costruire un’economia della cura e della fraternità invocata da Papa Francesco con la lettera “Laudato sì” e l’iniziativa “The Economy of Francesco”?

 

E ancora: cosa possono fare concretamente i Comuni, le Province e le Regioni per sviluppare un’economia più sociale e solidale, per favorire il protagonismo fattivo dei giovani, per promuovere il diritto costituzionale al lavoro di tutti, per contrastare il cambiamento climatico e realizzare l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, per costruire una nuova cultura di cura reciproca, del territorio e del pianeta?

 

Per rispondere a queste domande, ti invitiamo a partecipare al Laboratorio delle Città per l’economia di Francesco che si svolgerà sabato 11 luglio 2020 dalle ore 10.00 alle ore 13.00 sulla piattaforma ZOOM.

 

Per partecipare cliccare qui:

https://us02web.zoom.us/meeting/register/tZ0vc-qurj4uEtwsNsKgWpLQQL4FkuRxDa-h

Dopo l’iscrizione, riceverai un’email di conferma con le informazioni necessarie per entrare nella riunione.

 

Le città, gli Enti Locali e i territori devono riuscire a dare voce attiva alle proprie necessità e alle iniziative che stanno realizzando per costruire un’economia più umana, solidale e sostenibile. E la prossima Marcia PerugiAssisi per l’economia della cura e della fraternità è una importante opportunità.

* * *

 

Il 1 maggio 2019, Papa Francesco, in un gesto senza precedenti, ha deciso di convocare ad Assisi duemila giovani economisti, imprenditori, imprenditrici ed attori/attrici del cambiamento di tutti continenti per costruire “un’economia diversa, quella che fa vivere e non uccide, include e non esclude, umanizza e non disumanizza, si prende cura del creato e non lo depreda”.

 

L’evento promosso da Papa Francesco sarà preceduto domenica 11 ottobre 2020 dalla Marcia PerugiAssisi perl’economia della cura e della fraternità.

* * *

 Il Laboratorio dell’11 luglio segue:

 

1) il Laboratorio sull’economia delle città realizzato il 21 febbraio 2020 nel Sacro Convento di San Francesco d’Assisi organizzato dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani, dai Francescani del Sacro Convento di San Francesco d’Assisi, dalla Fondazione Finanza Etica (Banca Etica) e dalla Tavola della pace in collaborazione con la Task Force dell’Onu per l’Economia Sociale e Solidale. (vedi il documento Verso l’Economia di Francesco)

 

2) il Laboratorio sull’economia della pace e della fraternità realizzato a Perugia, alla vigilia dell’ultima Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità (2018) grazie alla preziosa collaborazione di Banca Etica e di alcuni esponenti della Task Force dell’Onu per l’Economia Sociale e Solidale, dell’ILO, della Rete Europea delle Città e Regioni per l’Economia Sociale e del Forum Internazionale dell’Economia Sociale e Solidale (vedi il documento Facciamo crescere l’economia della pace e della fraternità)

Scarica il programma in pdf: Programma Le citta` per l’economia di Francesco 11 luglio

Per adesioni e informazioni: Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani- tel. 335.1431868 – fax 075/5721234 segreteria@entilocalipace.it- www.cittaperlapace.it

Fonte: Perlapace.it – http://www.perlapace.it/le-citta-leconomia-francesco-laboratorio-online-sabato-11-luglio/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *