Un’esperienza interculturale contro le paure. Terminati i centri estivi del Gruppo Abele

11 Ago Un’esperienza interculturale contro le paure. Terminati i centri estivi del Gruppo Abele

11 Agosto 2020

Si è concluso venerdì 7 agosto il centro estivo Trottamundo, promosso da Gruppo Abele e realizzato presso il giardino della Scuola media Perotti, in Via Tofane 22 a Torino. Un centro estivo inconsueto in un’estate che non è come le altre, organizzato per rispondere alla richiesta di relazione di bambin*, ragazz* e delle famiglie che l’emergenza sanitaria ha a lungo costretto in casa.

Il centro estivo, realizzato secondo le norme sanitarie previste dai Dpcm 11/6 2020 Allegato  8 – DGR n.26-1436 29/5/2020, e grazie alla disponibilità della Scuola media Perotti, ha coinvolto 76 minori dai 6 ai 14 anni suddivisi in gruppi a seconda delle fasce d’età (22 bambin* tra i 6 e gli 8 anni, 25 tra i 9 e gli 11 e 29 ragazz* tra i 12 e i 14 anni). Il centro estivo è stato diviso per attività settimanali, per un totale di 4 settimane.

Un’esperienza che è stata anche a forte declinazione interculturale, e che ha visto la partecipazione di 30 minori di origine marocchina, 19 di origine italiana, 8 peruviana, 8 rumena, 2 albanese, 2 egiziana, 2 statunitense, 2 nigeriana, 1 tunisina, 1 congolese, 1 siriana. Multiculturale non solo nella composizione del gruppo, ma anche nei temi e nei linguaggi utilizzati. A fare da filo conduttore delle attività, il libro Celestino, scritto da Paola Catella e illustrato da Giobbe Covatta per le Edizioni Gruppo Abele.

Ogni settimana venivano realizzate attività creative: per i più piccoli laboratori di disegno, pittura e, per i più grandi, di teatro. In più, grazie all’iniziativa La bella estate 2020 i gruppi hanno potuto visitare musei e centri culturali per conoscere meglio Torino e le sue ricchezze culturali, in questo modo approfondendo temi e argomenti attraverso esperienze dirette a Museo Egizio, Palazzo Madama, Museo A come Ambiente, Museo del Risorgimento e XKè? Il laboratorio della curiosità.

Il centro è stato assolutamente gratuito per le famiglie coinvolte tesserate alle attività del progetto genitori e figli del Gruppo Abele, grazie ai contributi di diversi enti che ne hanno finanziato le attività: Fondazione Con I Bambini, Regione Piemonte, MIUR, Circoscrizione 3, Compagnia di San Paolo.

(lucia bianco)

Fonte: Gruppo Abele – https://www.gruppoabele.org/unesperienza-interculturale-contro-le-paure-terminati-i-centri-estivi-del-gruppo-abele/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *