Armi turche all’Uganda, per Messina è un semplice “carico”

Carlo Tombola – Fonte: The Weapon Watch
26 agosto 2020

L’assai reputata «Janes», editrice specializzata nell’open-source defence intelligence,ha segnalato sul suo sito lo scorso 11 agosto1 la prima consegna relativa a un contratto da 20,7 milioni di $ firmato nel 2019, concernente veicoli blindati 4×4 “Hizir” prodotti dallasocietà turcaKatmerciler2 e acquistati da un non meglio identificato paese est-africano. L’articolo di «Janes» è corredato da una foto che mostra 15 veicoli militari in attesa dell’imbarco nel porto turco di Mersin, accanto alla nave ro-ro “Jolly Cobalto”che sta per effettuarne il trasporto, e ipotizza che il porto di sbarco potrebbe essere Gibuti, usato abitualmente dall’esercito etiopico, escludendo che veicoli di fabbricazione turca possano essere destinati a Jeddah, in Arabia Saudita.

Fonte: Opal Brescia – http://opalbrescia.org/armi-turche-alluganda-per-messina-e-un-semplice-carico/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *