A Ronchi dei Legionari la sesta edizione del Festival del Giornalismo di Leali delle Notizie


Leali delle Notizie presenta la sesta edizione del Festival del Giornalismo di Ronchi dei Legionari (Gorizia) e la terza edizione del Premio in memoria di Daphne Caruana Galizia. Il programma prevede 82 ospiti nazionali e internazionali, 23 incontri, 2 mostre, 2 masterclass e 7 presentazioni letterarie

L’associazione culturale Leali delle Notizie ha presentato nella Sala Conferenze del Consorzio di Bonifica la sesta edizione del Festival del Giornalismo a Ronchi dei Legionari. Malgrado le difficoltà causate dall’emergenza Coronavirus, Leali delle Notizie non si è mai fermata e ha continuato a lavorare alla realizzazione di un festival di qualità: 82 ospiti nazionali e internazionali, 23 incontri, 2 mostre, 2 masterclass e 7 presentazioni letterarie. La terza edizione del “Premio Leali delle Notizie – in Memoria di Daphne Caruana Galizia” con cui l’associazione vuole sostenere la famiglia della giornalista maltese uccisa in un attentato nel 2017 sia nella ricerca della verità sul tragico delitto, sia nella lotta per la libertà di stampa nel mondo. Nel periodo di lockdown l’Associazione si è messa alla prova e ha organizzato per la prima volta sul proprio canale YouTube degli appuntamenti di anticipazione al Festival del Giornalismo tra maggio e luglio, entrando direttamente nelle case delle persone proprio grazie ai canali web e social di Leali delle Notizie: libertà di stampa, migrazioni e attivismo ai tempi del Coronavirus, le radici musicali del Friuli Venezia Giulia e il legame tra il Patriarcato di Aquileia e il Territorio sono stati i temi trattati dagli incontri online, raggiungendo in alcuni video anche le 225 visualizzazioni.

«Malgrado il successo raggiunto con gli incontri online noi di Leali delle Notizie continuiamo a prediligere gli incontri dal vivo con il pubblico e gli ospiti – spiega la vicepresidente Cristina Visintini di Leali delle Notizie – e per questo abbiamo riprogrammato in forma tradizionale la sesta edizione del Festival del Giornalismo da martedì 22 a sabato 26 settembre». Il Festival si svolgerà a Ronchi dei Legionari nel palatenda accanto all’Auditorium comunale nella Piazzetta dell’Emigrante, nel Consorzio Culturale del Monfalconese in Villa Miniussi, nella sede dell’associazione in Piazzetta Francesco Giuseppe I e nel Giardino del Consorzio di Bonifica in Via Duca d’Aosta. Verranno rispettate tutte le prescrizioni e normative Covid-19 per la sicurezza degli ospiti e del pubblico: verrà misurata la febbre a tutti coloro i quali entreranno nel palatenda e sarà obbligatorio indossare la mascherina finché lo spettatore non si sarà sistemato nella propria postazione; ci sarà una fila per gli ingressi e una per l’ uscita in due lati differenti del palatenda; il pubblico sarà obbligato a lasciare il proprio nominativo e numero di telefono che l’associazione conserverà per quindici giorni nel caso in cui si presentasse qualche caso positivo di Coronavirus nei giorni seguenti al festival. I posti a sedere saranno distanziati almeno un metro l’uno dall’altro e si seguiranno tutte le norme di igienizzazione e sanificazione previste dal decreto anti-Covid. «La cultura è fondamentale nella crescita e socialità dell’uomo e quindi abbiamo deciso di ripartire e di essere presenti sul territorio a settembre senza rinviare la manifestazione direttamente al 2021 – ha proseguito il presidente Luca Perrino di Leali delle Notizie -. Gli ospiti e gli incontri sono numerosi, siamo convinti che il Festival sia nato per crescere e per farlo è necessario anche collaborare con le altre associazioni culturali, come è successo quest’anno con Vicino/Lontano».

Quest’anno i volontari non saranno più i ragazzi dell’alternanza scuola-lavoro, ma dei volontari che si sono offerti di aiutare l’associazione nell’organizzazione del Festival e nel garantire il rispetto delle norme anti-Covid nel corso dell’intera manifestazione. Per la prima volta i volontari non sono solo di Ronchi dei Legionari e delle zone limitrofe ma arrivano anche dai comuni più lontani del Friuli Venezia Giulia e da fuori regione, indice del fatto che il Festival cresce sempre di più di anno in anno e comincia a essere conosciuto anche a livello nazionale.

«Questa manifestazione non può che riempire di orgoglio la nostra amministrazione – ha affermato il sindaco Livio Vecchiet di Ronchi dei Legionari -. Partito con pochi ospiti e con un pubblico ristretto cinque anni fa, il Festival si evolve, cresce e non è più solo un appuntamento locale ma è diventato anche un punto di riferimento a livello nazionale».

Vista la situazione straordinaria vissuta in primavera, il Festival affronterà quest’anno alcuni incontri di approfondimento legati al Coronavirus, oltre a trattare alcuni dei temi più scottanti dell’attualità: dalla migrazione alla situazione politica italiana a 20 anni dalla morte di Craxi con ospite anche la figlia Stefania Craxi. La presenza di ospiti internazionali del The Times, della BBC e di molte altre testate e media che racconteranno come viene vista l’Italia all’estero, partendo proprio dagli stereotipi sul nostro Bel Paese. Si affronteranno poi anche altri temi: i meccanismi della mente umana attraverso l’analisi dei serial killer italiani, la strage di Ustica, la situazione delle carceri italiane, l’evoluzione del femminismo, ma si parlerà anche della necessità delle buone notizie. Temi centrali rimarranno inoltre la lotta contro la mafia e la situazione della libertà di stampa nel mondo, in quanto si legano al Premio Leali delle Notizie in memoria di Daphne Caruana Galizia e a tutte le attività che l’associazione svolge da anni nella difesa della libera informazione. «Tutta la manifestazione nasce sul rispetto per la verità, la giustizia e per il lavoro dei giornalisti – ha spiegato la presidente della Fondazione Carigo Roberta Demartin -. Il Festival vive della presenza del pubblico e degli ospiti e noi della Fondazione ci teniamo a sostenere questa manifestazione e a condividere il progetto culturale di Leali delle Notizie».

Non mancheranno il coinvolgimento del progetto “BILL Biblioteca della Legalità”, promosso dalla Regione FVG e dalla cooperativa Damatrà, e le presentazioni editoriali con le due iniziative “Libri Leali” (nel palatenda) e l’“Aperitivo letterario” (nel Giardino del Consorzio Bonifica). Due le mostre fotografiche: una sulle migrazioni del Medioriente in Villa Miniussi di Paolo Youssef e, nella sede di Leali delle Notizie, la mostra di Greta Stella sui volontari della CRI durante l’emergenza Covid-19. Due i masterclass: la forza delle manager donne a capo di multinazionali o aziende specializzate e la fotografia, il fotoreporter e i diritti d’autore fotografici. Anche quest’anno alcuni incontri del Festival saranno accreditati dall’Ordine dei Giornalisti del Friuli Venezia Giulia e ci sarà dunque la possibilità per i giornalisti pubblicisti e professionisti di acquisire i crediti formativi richiesti dall’albo nel triennio di formazione.

L’ultima serata, sabato 26 settembre, sarà dedicata alla cerimonia di consegna del Premio Leali delle Notizie in Memoria di Daphne Caruana Galizia, premio indetto con il consenso della famiglia di Daphne e assegnato da un comitato scientifico ad un operatore del mondo dell’informazione che si sia distinto, in Italia come all’estero, con le sue inchieste e le sue ricerche, anche mettendo in pericolo la sua vita e spesso anche quella della sua famiglia. Il premio ha ricevuto anche quest’anno l’Alto Patrocinio del Parlamento Europeo e verrà consegnato da un rappresentante della famiglia di Daphne, situazione Coronavirus permettendo.

L’associazione ringrazia tutte le persone e le realtà che supportano le sue attività culturali. Un ringraziamento particolare va inoltre all’amministrazione comunale di Ronchi dei Legionari e ai Comuni di Monfalcone e Sagrado, ma soprattutto alla Regione Friuli Venezia Giulia, alla BCC di Staranzano-Villesse e alla Fondazione Carigo che continuano a credere nelle nostre iniziative, sostenendo l’organizzazione del Festival del Giornalismo. Un grazie particolare va all’associazione “Vicino/Lontano” di Udine che, organizzando il festival omonimo nelle stesse giornate, condivide le difficoltà organizzative di quest’anno particolare e con cui Leali ha stretto un accordo per fare in modo di avere una buona riuscita di entrambe le manifestazioni. «Purtroppo la comune volontà di riprogrammare i nostri festival ha comportato una sovrapposizione delle nostre manifestazioni culturali ma allo stesso tempo ci ha permesso di conoscerci – dice la presidente Paola Colombo di Vicino/Lontano -. Insieme si lavora meglio e nascono i progetti migliori quindi speriamo di collaborare anche il prossimo anno e di rivederci a Ronchi dei Legionari con il Festival del Giornalismo e a Udine con Vicino/Lontano».

In occasione della presentazione di oggi è stato presentato anche il nuovo sito www.lealidellenotizie.it in cui sarà possibile trovare tutte le informazioni del Festival del Giornalismo, delle edizioni passate e di tutte le attività che l’associazione svolge sul territorio da ormai cinque anni.

Il programma 

MARTEDÌ 22 SETTEMBRE 2020 – LIVE @ FESTIVAL a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli ORE 18.00 – “Il valore della salute grazie all’attività fisica, lo sport e il movimento ai tempi del Coronavirus” Intervengono Cristina Aguzzoli (Coordinatore rete regionale HPH FVG e Referente medico Promozione della Salute) Alessandro Talotti (Campione olimpionico italiano di salto in alto e dirigente nazionale CONI) Roberto Travan (Imprenditore e personal coach) Introduce e modera Roberto Covaz (Giornalista Il Piccolo)

ORE 19.00 – CONSORZIO CULTURALE DEL MONFALCONESE (Villa Vicentini Miniussi) Inaugurazione mostra fotografica di Paolo Youssef (fotoreporter) “Caosmosi, storie minime di nuomini novunque” Interviene Roberta Altin (Antropologa coordinatrice del Centro Interdipartimentale su Migrazioni e Cooperazione Internazionale allo Sviluppo Sostenibile dell’Università degli Studi di Trieste) ORE 20.30 – INAUGURAZIONE DEL FESTIVAL A seguire – SEDE DELL’ASSOCIAZIONE LEALI DELLE NOTIZIE (Piazzetta Francesco Giuseppe I, dietro al CCM) Inaugurazione mostra fotografica di Greta Stella (fotoreporter) “Volontaria Mente” reportage sui volontari della Croce Rossa Italiana durante l’emergenza COVID-19

ORE 21.00 – “Coronavirus: l’emergenza che rischia di toglierci la memoria del passato. La gestione della pandemia nelle RSA italiane” Intervengono Paolo Agostinis (Medico e direttore di Medicina Interna – Ospedale Sant’Antonio Abate di Tolmezzo) Floriana Bulfon (Giornalista L’Espresso) Greta Stella (Fotografa e Cavaliere della Repubblica per il reportage fotografico durante l’emergenza sanitaria del COVID-19) Valentina Vianello (Medico di Chirurgia Generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine) Introduce e modera Ivan Vadori (Giornalista)

MERCOLEDÌ 23 SETTEMBRE 2020 – LIVE @ FESTIVAL a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli ORE 19.00 – LIBRI LEALI con Angela Caponnetto (Inviata RaiNews24) Presentazione del libro “Attraverso i tuoi occhi. Cronache dalle migrazioni” (Piemme Edizioni, 2020) Dialoga con l’autrice Alex Pessotto (Giornalista Il Piccolo) ORE 20.30 – “Quando le donne hanno iniziato a pensare a voce alta. Dalle suffragette al #MeToo: l’evoluzione del movimento femminista” Intervengono Giulia Blasi (Scrittrice e giornalista italiana specializzata in temi relativi alla condizione femminile e al femminismo) Carmelina Calivà (Presidente dell’Associazione Da Donna a Donna di Ronchi dei Legionari) Eleonora De Nardis (Giornalista e attivista per i diritti civili, le pari opportunità e una nuova stagione femminista) Giorgia Serughetti (Ricercatrice in filosofia politica all’Università di Milano-Bicocca e coordinatrice del corso interdipartimentale Formare le operatrici e gli operatori sociali per il contrasto alla violenza di genere) Introduce e modera Oscar D’Agostino (Giornalista Il Messaggero Veneto) ORE 21.30 – “Percorso di riabilitazione o luogo di inutile immobilità? La situazione delle carceri italiane” Intervengono Fabio Anselmo (Legale della famiglia Cucchi) Ilaria Cucchi (Presidente della Fondazione Stefano Cucchi Onlus) Alessio Falconio (Direttore Radio Radicale) Katya Maugeri (Giornalista e scrittrice) Carmelo Musumeci (Scrittore ed ex carcerato, attualmente in regime di semilibertà) Introduce e modera Silvia De Michielis (Giornalista Il Friuli)

GIOVEDÌ 24 SETTEMBRE 2020 – LIVE @ FESTIVAL a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli ORE 18.00 – “Il sangue matto, la complessità del corpo femminile” Interviene Lucrezia Lerro (Scrittrice) Dialoga con la scrittrice Alessandro Mezzena Lona (Giornalista e scrittore) ORE 19.00 – “22 Gradini per l’inferno. Dal Mostro di Nerola al depezzatore di Roma. I serial killer italiani nella scala del male” (Male, 2019) Intervengono Rita Cavallaro (Giornalista e scrittrice) Ilaria Magnanti (Profiler, sociologa e criminologa) Emilio Orlando (Giornalista di cronaca nera e giudiziaria, scrittore, docente e opinionista) Introduce e modera Gian Paolo Girelli (Già giornalista Rai3 Fvg) ORE 19.30 – CONSORZIO DI BONIFICA (Via Duca d’Aosta) APERITIVO LETTERARIO con Laura Tangherlini (Giornalista) e Marco Rò (Musicista) Presentazione del libro “Matrimonio Siriano, un nuovo viaggio” (Rubbettino Editore, 2019) Dialoga con gli autori Omar Costantini (Giornalista Il Friuli TV) ORE 20.30 – LIBRI LEALI con Tiziana Ciavardini (Antropologa, giornalista e scrittrice) e Marino D’Amore (Sociologo della comunicazione all’Università Nicolò Cusano) Presentazione del libro “Fammi parlare. Comunicazione, Fake News, Odio Mediatico e Libertà di Stampa” (Pesaggistica, 2020) Dialoga con gli autori Gioia Meloni (Giornalista Rai3) ORE 21.30 – “In quel mare è annegata anche la verità. Ustica: quarant’anni di silenzi colpevoli” Intervengono Daria Bonfietti (Presidente Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica) Antonio Bovolato (Presidente Associazione Noi dell’Itavia) Luisa Davanzali (Figlia di Aldo Davanzali, proprietario della compagnia aerea Itavia) Andrea Foffano (Analista di intelligence, saggista e editorialista) Francesco Vieri (Artista) Introduce e modera Luana De Francisco (Giornalista Il Messaggero Veneto)

VENERDÌ 25 SETTEMBRE 2020 – LIVE @ FESTIVAL a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli ORE 17.00 – Lettura scenica “La tratta dei pesci e degli uomini” In collaborazione con il Festival GEOgrafie Testo di Roberto Covaz (Giornalista Il Piccolo) Lettura a cura di Lettori in Cantiere ORE 18.00 – Masterclass “Diritto d’autore: utilizzo della fotografia nel giornalismo” In collaborazione con l’Associazione Acquamarina e il Festival Fotografia Zero Pixel Intervengono Annamaria Castellan (Fotografa e organizzatrice del Festival Fotografia Zero Pixel di Trieste) Giuliano Koren (Fotoreporter freelance) Massimo Stefanutti (Avvocato specializzato in diritto della fotografia e della proprietà intellettuale) Introduce e modera Emanuela Sesti (Esperta e curatrice indipendente) ORE 19.00 – “La Cenerentola dell’informazione: la buona notizia. Raccontare senza sensazionalismi. Una sfida da cogliere” Intervengono Franco Anesi (Presidente dell’Associazione Culturale Triangoli e Buona Volontà Mondiale) Padre Enzo Fortunato (Direttore della sala stampa del Sacro Convento di Assisi, del mensile San Francesco Patrono d’Italia e del portale sanfrancesco.org) Valentina Prestini (Fondatrice del sito e pagina Positizie.it) Pierluigi Sabatti (Presidente del Circolo della Stampa di Trieste) Lara Tomasetta (Content Editor per Amnesty International Italia) Introduce e modera Salvatore Ferrara (Giornalista Voce Isontina e curatore della rubrica La buona notizia) ORE 19.30 – CONSORZIO DI BONIFICA (Via Duca d’Aosta) APERITIVO LETTERARIO con Marinellys Tremamunno (Reporter e giornalista freelance vaticanista italo-venezuelana) Presentazione del libro “Venezuela, l’eden del diavolo” (Infinito Edizioni, 2019) Dialoga con l’autrice Marco Invernizzi (Storico, scrittore e conduttore radiofonico di Radio Maria) ORE 20.30 – LIBRI LEALI con Pierluigi Allotti (Scrittore) Presentazione del libro “La libertà di stampa – dal XVI secolo ad oggi” (Il Mulino, 2020) Interviene Rocco Cerone (Segretario Regionale Assostampa Trentino Alto Adige) Roberto Rinaldi (Responsabile Articolo21 per il Trentino Alto Adige) Introduce e modera Carlo Muscatello (Presidente Regionale Assostampa Friuli Venezia Giulia) ORE 21.30 – “Tra stereotipi, governi che cadono e bellezze artistiche: come i giornalisti stranieri vedono l’Italia” Intervengono Richard Colebourn (Direttore BBC in Europa) Susan Dabbous (Giornalista Euronews) Tom Kington (Corrispondente The Times – UK) Stefano Lusa (Giornalista Radio Capodistria – RTV Slovenia) Paola Nurnberg (Giornalista della redazione esteri della Radio Televisione Svizzera) John Sweeney (Scrittore e corrispondente) Roberto Vitale (Presidente del Premio giornalistico Papa Ernest Hemingway) Introduce e modera Barbara Schiavulli (Corrispondente di guerra e scrittrice)

SABATO 26 SETTEMBRE 2020 ORE 10.00 – Masterclass “#Comunicatrici” (AGOL Edizioni – Castelvecchi, 2018) Intervengono le autrici Antonella Dragotto (Consulente per la comunicazione e le relazioni esterne della Banca d’Italia) Janina Landau (Giornalista professionista) Introduce e modera Margherita Reguitti (Giornalista) ORE 10.30 – Presentazione del libro “L’innocenza spezzata” (Edizioni Gorée, 2019) di Antonella Napoli Con le classi terze dell’Istituto Comprensivo Don Milani di Aquileia – LIVE @ FESTIVAL a cura di Radio Bullets con la direttrice Barbara Schiavulli ORE 17.45 – LIBRI LEALI con Giovanni Fasanella (Scrittore) Presentazione del libro “Le menti del doppio Stato. Dagli archivi angloamericani e del Servizio segreto del Pci il perché degli anni di piombo” (Chiarelettere, 2020) Dialoga con l’autore Alessandro Mezzena Lona (Giornalista e scrittore) ORE 19.00 – “Roma – Hamamet – Roma. Politica andata e ritorno a 20 anni dalla morte di Craxi” Intervengono Marianna Aprile (Giornalista del settimanale Oggi) Stefania Craxi (Senatore della Repubblica) Nello Scavo (Giornalista Avvenire) Andrea Spiri (Docente e scrittore) Introduce e modera Omar Monestier (Direttore Messaggero Veneto)

ORE 20.30 – CERIMONIA DI CONSEGNA DEL “ PREMIO LEALI DELLE NOTIZIE – IN MEMORIA DI DAPHNE CARUANA GALIZIA” Presenta Barbara Schiavulli (Corrispondente di guerra e scrittrice) Alla presenza di un rappresentante della famiglia di Daphne Caruana Galizia ORE 21.30 – Presentazione di BILL – Biblioteca della legalità Interviene Isabella Piatto (Referente per la biblioteca del Comune di San Canzian d’Isonzo) ORE 21.35 – “La mafia uccide, il silenzio pure. L’attualità delle parole di Peppino Impastato ucciso a 30 anni da mano mafiosa” Intervengono Giuseppe Antoci (Presidente onorario della Fondazione Caponnetto ed ex presidente del Parco dei Nebrodi) Paolo Borrometi (Vicedirettore dell’AGI) Beppe Giulietti (Presidente FNSI) Antonella Napoli (Giornalista e analista di questioni internazionali) Vincenzo Rubano (Giornalista professionista) Presente il vincitore del “Premio Leali delle Notizie – In memoria di Daphne Caruana Galizia” Introduce e modera Cristiano Degano (Presidente ODG FVG)



Fonte: Articolo 21 – https://www.articolo21.org/2020/08/a-ronchi-dei-legionari-la-sesta-edizione-del-festival-del-giornalismo-di-leali-delle-notizie/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *