Da 31 giorni con 27 naufraghi a bordo, la compagnia Maersk richiama l’Europa

«Queste persone devono sbarcare in un luogo sicuro il prima possibile, così non si stanno rispettando i loro diritti fondamentali. Le autorità preposte prendano una decisione, la nostra nave è paralizzata». La compagnia Maersk, tra i più grandi armatori al mondo, chiede immediata assistenza per i 27 migranti soccorsi – dimenticati dall’Europa – che si trovano a bordo del cargo Marsk Etienne a largo di Malta da ormai 31 giorni.

«Il 4 agosto il centro di coordinamento dei soccorsi maltese ci ha allertato su un’imbarcazione in pericolo. Abbiamo salvato 27 persone tra cui una donna e un bambino, stiamo facendo di tutto per garantire cibo e assistenza medica ai naufraghi soccorsi, ma la nostra è una nave che trasporta materiale chimico. Chiediamo immediata assistenza», a parlare è il comandante della Maersk Etienne Volodymyr Yeroshkin che così come pubblicato in un comunicato della compagnia Maersk Tankers chiede un’immediata soluzione per consentire lo sbarco dei naufraghi a bordo e per permettere a tutto l’equipaggio della Maersk Etienne di proseguire la propria rotta e tornare dalle rispettive famiglie.

«Questo è un nuovo e sfortunato record di migranti trattenuti a bordo di una nave commerciale» scrive la compagnia che aggiunge il proprio apprezzamento nei confronti delle Nazioni Unite e dell’Oim che stanno seguendo da vicino la vicenda.

I naufraghi che erano in pericolo di vita sono stati soccorsi il 4 agosto dalla nave Cargo Etienne dopo il segnale di Sos lanciato da Alarm Phone e dall’avvistamento dell’areo di ricognizione Moonbird di Sea-Watch senza cui sarebbe stato impossibile localizzare l’imbarcazione in pericolo.

Nei giorni scorsi anche il comandante della nave porta bestiame Talia Mohammad Shaaban che il 3 luglio scorso si era reso protagonista con il suo equipaggio di uno straordinario soccorso in mare a largo di Malta nei confronti di 52 migranti chiede l’immediato sbarco per i naufraghi a bordo della grande nave cargo.

Credit Foto: Sea-Watch

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2020/09/05/da-31-giorni-con-27-naufraghi-a-bordo-la-compagnia-maersk-richiama-leu/156536/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *