Il piccolo Joseph sepolto a Lampedusa, sulla lapide disegnata una barca e l’arcobaleno

Il piccolo Joseph riposerà per sempre nel cimitero dei migranti di Lampedusa, insieme ad alcuni dei corpi recuperati all’indomani del 3 ottobre 2013 e degli altri migranti morti nei naufragi oggi ricordati da queste zolle di terra su cui oggi poggiano dei mazzi di crisantemi bianchi e delle croci in legno realizzate con i resti dei barconi.

«Ti chiediamo perdono Joseph. Abbiamo fatto il possibile, ma non è bastato. Il nostro immenso dolore ci darà la forza per continuare a operare per evitare altre morti come la tua. Che la terra a Lampedusa ti sia lieve», scrive sui social che l’Ong Open Arms ha ringraziato il Forum Lampedusa Solidale, da sempre al fianco dei migranti che sbarcano sull’isola.

Sulle dinamiche del naufragio e su quelle ore che avrebbero potuto salvare la vita al piccolo Joseph sta ora indagando la Procura di Agrigento.

Nei giorni scorsi la Ong Open Arms, che oltre a salvare vite umane, sta contribuendo alla narrazione di ciò che sta avvenendo nel Mediterraneo, ha pubblicato la storia di un altro bimbo Bangaly, 6 anni, che in quel naufragio ha perso la madre. Sono le testimonianze di chi ha perso un figlio o un genitore nel naufragio avvenuto sotto gli occhi dell’Europa.

Fonte: Vita.it – http://www.vita.it/it/article/2020/11/16/il-piccolo-joseph-sepolto-a-lampedusa-sulla-lapide-disegnata-una-barca/157380/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *