La mafia ringrazia

Le belle parole sui giovani, gli impegni sulla questione ambientale, le promesse su lavoro, infrastrutture e sviluppo, perdono ogni significato se non si ha il coraggio di pronunciare la parola mafia.

G. Consoli, Portella della Ginestra, 1951

Dimenticare la mafia è omettere il suo potere finanziario, il suo devastante ruolo nell’economia, il controllo che essa esercita sul territorio nazionale, da nord a sud, compromettendo democrazia e stato di diritto. Significa ignorare migliaia di donne e uomini, in divisa e senza, impegnati a combatterla.

Si dirà che mafia è solo una parola, che dirla non garantisce nulla, che bisogna aspettare i fatti.

Ma il primo atto del Presidente del Consiglio Mario Draghi è stato il suo discorso alle Camere. Ha pronunciato cinquemila e cinquecento parole e non ha trovato una sola occasione per dire: lotta alla mafia.

Se ne è ricordato nelle repliche, velocemente, dopo essere stato incalzato da deputati e senatori e anche dal Presidente della Commissione Nazionale Antimafia. Questione secondaria la mafia, non così importante.

Fonte: I Siciliani – http://feedproxy.google.com/~r/isiciliani/~3/7gvw3cbEox8/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *