Il giornalista Dzianis Ivanshyn arrestato in Bielorussia



0




0

Ora in Bielorussia i giornalisti dietro le sbarre sono dieci. Venerdì 12 marzo il KGB ha bussato alla porta del giornalista Dzianis Ivanshyn che lavora nel campo del giornalismo d’inchiesta. Gli ufficiali hanno perquisito la casa dove Dzianis vive con la moglie. È stata perquisita anche la casa dei suoi genitori. Le autorità hanno sequestrato i dispositivi elettronici, taccuini, appunti, schede SIM, carte bancarie e soldi, bandierine, spille e biglietti da visita. Anche se il mandato di perquisizione riportava l’accusa di “divulgazione di dati personali”, gli agenti erano particolarmente interessati a tutto ciò che fosse legato all’Ucraina. La perquisizione è durata diverse ore, mentre il giornalista è stato accompagnato al distretto. Sabato mattina è stato confermato il suo arresto. Attualmente Dzianis Ivanshyn si trova nel carcere del KGB a Hrodna. Le autorità hanno rifiutato il pacco con i generi di prima necessità che i familiari gli hanno preparato. Lo accetteranno martedì, 3 giorni dopo l’arresto. Nei confronti di Ivanshyn è stato aperto un procedimento penale per violazione dell’art. 365 – interferenza nell’attività di un collaboratore delle forze dell’ordine che prevede fino a 3 anni di reclusione. Poco prima di essere arrestato aveva pubblicato la terza parte della sua inchiesta sul corpo speciale ucraino Berkut utilizzato contro i manifestanti negli scontri di Maidan nel 2014. Secondo i risultati dell’inchiesta, dieci ex-soldati di Berkut vivono ora in Bielorussia e 9 di lavorano nel corpo antisommossa OMON bielorusso, ma questo numero non è definitivo. È evidente che Dzianis Ivanshyn avrebbe continuato la sua inchiesta, ma è altrettanto chiaro quanto fosse scomoda l’indagine al regime dittatoriale. La reazione è stata la solita in queste occasioni ovvero incarcerare il giornalista pur di togliergli la possibilità di raccontare una verità “scomoda” e di fare il proprio mestiere con professionalità.

Elenco dei giornalisti incarcerati:

1. Katsiaryna Andreyeva

2. Darya Chultsova

3. Katsiaryna Barysevich

4. Yuliya Slutskaya

5. Ala Sharko

6. Siarhei Alsheusky

7. Piotr Slutsky

8. Kseniya Lutskina

9. Andrey Aliaksandrau

10. Dzianis Ivanshyn

11. Siarhei Hardzievich (arresti domiciliari)

Fonte: Articolo 21 – https://www.articolo21.org/2021/03/il-giornalista-dzianis-ivanshyn-arrestato-in-bielorussia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *