Rifondazione: un 24 aprile di mobilitazioni per la chiusura dei CPR per migranti
Rifondazione: un 24 aprile di mobilitazioni per la chiusura dei CPR per migranti

Grazie al lavoro di diverse reti di movimento in cui spesso Rifondazione Comunista è parte attiva si terrà in alcune delle città italiane in cui sono presenti i Centri Permanenti per il Rimpatrio (gli ex CIE) dove migranti che non riescono a regolarizzare la propria posizione vengono prima privati delle libertà personali fino ad un periodo di 120 giorni e poi deportati, una giornata di mobilitazione.
Si svolgeranno in alcune di queste città fra cui certamente Milano, Torino, Gradisca D’Isonzo, Roma e Brindisi, flash mob, presidi, iniziative di protesta.
Si tratta di luoghi in cui avvengono abusi, a partire dalla stessa ragione addotta per privare della libertà personale, in cui è negato l’accesso a organizzazioni solidali e sovente anche ai legali, e che costituiscono un business utile solo a far crescere la paura e le entrate degli enti gestori.
Daremo notizie precise a breve di orario e luogo delle mobilitazioni e invitiamo iscritte/i e simpatizzanti alla massima presenza.
L’obiettivo è lo stesso da 23 anni, i centri non si possono riformare ma vanno unicamente chiusi.

Maurizio Acerbo, Segretario nazionale
Stefano Galieni, resp.immigrazione PRC_S.E.


 

Sostieni il Partito con una



 
Appuntamenti

Fonte: Rifondazione Comunista – http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=46580

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *