Punto pace di Cecina – Lettera al presidente del consiglio

Al Presidente del Consiglio
Dott. Mario Draghi
e p.c. Ministro degli Esteri
On. Luigi Di Maio
Loro Sedi

Il nascente gruppo di Cecina di Pax Christi, Movimento cattolico internazionale per la pace, Le rivolge un accorato appello perché sia rivista la politica del Governo verso quello israeliano. Lungo il corso della storia quest’ultimo si è reso protagonista di ripetute violazioni dei diritti umani nei confronti dei palestinesi. Chiediamo che il Governo italiano esprima il dissenso sull’imminente sfratto dello stato israeliano verso quindici famiglie palestinesi dalle loro case in Gerusalemme est. Sgomberi
previsti per domenica 2 maggio p.v.
La maggior parte di queste famiglie sono rifugiati che nel 1948 erano stati scacciati durante la nakba. Come gruppo non capiamo la riluttanza a usare parole apartheid e pulizia etnica per descrivere le pratiche di Israele e la sua impunità sulla scena internazionale in relazione ai palestinesi. Questi ultimi ogni giorno sperimentano restrizioni, disumanizzazione, brutalità e persino morte per abuso di sionismo.
Israele sostiene i coloni che si riprendono le loro presunte proprietà con la forza, rifiutando le legittime rivendicazioni palestinesi.
Come cristiani chiediamo che la pace metta fine a tutte le sofferenze in Terra Santa e che il Governo italiano si adoperi con risolutezza, per fermare queste azioni sulla base dei diritti umani e di quello internazionale.
Fraterni saluti

Cecina 3/4/2021

Per Pax Christi Cecina

Fonte: Pax Christi – http://www.paxchristi.it/?p=18132

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *