Le imprese coinvolte nell’occupazione della Palestina e la ricerca che fa paura

Lydia de Leeuw e Pauline Overeem lavorano per il centro di ricerca olandese sulle multinazionali SOMO. Il loro impegno indipendente sulle aziende coinvolte in attività nei Territori palestinesi occupati gli è costato il divieto di ingresso in Israele. Occhi scomodi a tutela dei diritti umani. L’editoriale del direttore di Altreconomia To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale “Amico” di Altreconomia, Annuale estero carta…

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Fonte: Altreconomia – https://altreconomia.it/le-imprese-coinvolte-nelloccupazione-della-palestina-e-la-ricerca-indipendente-che-fa-paura/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *