I diritti umani in Egitto dieci anni dopo la rivoluzione

La cornice di Porta Pratello ospiterà sabato 26 giugno alle 17.30 un incontro in occasione del decennale della rivoluzione egiziana. Dopo le proteste di Piazza Tahrir e la caduta di Mubarak l’Egitto è stato profondamente trasformato dagli sconvolgimenti politici che l’hanno attraversato. Attiviste e attivisti continuano a monitorare la situazione e a denunciare le violazioni dei diritti umani e le violenze.

L’incontro organizzato da EgypteWide in collaborazione con Arci Bologna, Egyptian Human Rights Forum e Archivio Disarmo ha l’obbiettivo di fare il punto e alimentare un dibattito sulla situazione dei diritti umani in Egitto.
La giornalista Laura Cappon modererà l’incontro con Karim Taha, membro del Comitato Esecutivo dell’Egyptian Human Rights Forum, Céline Lebrun Shaath, attivista e coordinatrice della campagna internazionale #FreeRamyShaath, Barbara Gallo, giornalista, campaigner, ricercatrice senior di IRIAD (Archivio Disarmo), Michela Montevecchi, Senatrice italiana, membro della Commissione Diritti Umani.

EgyptWide presenterà inoltre il suo rapporto “Mappare la Repressione”, che ricostruisce i meccanismi di emarginazione, criminalizzazione e persecuzione sistematica del dissenso politico nonviolento in Egitto. Al termine dell’evento sarà offerto un piccolo rinfresco ai partecipanti.

Per maggiori informazioni: info@egyptwide.org.
Pagina Facebook dell’associazione >>

Fonte: Bandieragialla.it – https://www.bandieragialla.it/eventi/i-diritti-umani-in-egitto-dieci-anni-dopo-la-rivoluzione/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *