La solidarietà di Settimo Torinese

Pannolini, omogeneizzati e vestiti agli afghani di Settimo. La Croce rossa: “Ma ora ci servono volontari”


donazioni materiale per profughi afghani Settimo Torinese (8)

Non si è fatta attendere la solidarietà dei cittadini di Settimo Torinese, ma non solo, che non appena hanno saputo dell’arrivo al Centro Fenoglio gestito dalla Croce Rossa di un centinaio di profughi dall’Afghanistan hanno portato vestiti, giocattoli e altri generi di prima necessità. “Un bellissimo gesto di cui la Città può andare orgogliosa”, ha scritto il Comune su Facebook.

Ma il materiale raccolto è stato subito talmente tanto che la Croce Rossa di Torino è intervenuta su Facebook chiarendo che “benché in un primo momento ci fossero alcune necessità, attualmente non emergono particolari bisogni che possano creare richieste specifiche.

È opportuno tenere presente, inoltre, che in tempi di pandemia è decisamente più complesso raccogliere e distribuire beni e materiali. Attualmente le persone ospiti del Centro Fenoglio stanno bene e la Cri ha dato risposte adeguate ad ogni bisogno”. Piuttosto ci sarebbe un altro modo per essere utili: “La sala operativa regionale – continua la Croce Rossa – ha diramato poco fa una richiesta di personale volontario in supporto agli operatori”.

Nel centro, al momento, sono ospitate 94 persone di cui 42 sono bambini tra cui alcuni molto piccoli. Con i loro genitori e, in qualche caso, altri parenti, resteranno al centro per dieci giorni, il tempo della quarantena, prima di trovare una collocazione di lungo periodo in accordo con gli enti e le associazioni di varie province piemontesi.

Fin dalle prime ore dopo l’arrivo del pullman da Fiumicino che accompagnava i profughi a Settimo sono arrivate le prime donazioni per venire incontro alle loro esigenze e l’amministrazione comunale aveva voluto dare alcune indicazioni pubblicando una sorta di vademecum per ottimizzare le donazioni: tutine, latte in polvere, pannolini, omogeneizzati, articoli per l’igiene per quattro lattanti, due femmine e due maschi e passeggini.

Ma servivano anche vestiti per i bambini più grandi (l’età va dai 3 ai 15 anni, sia femmine sia maschi) che per gli adulti (purché nuovi perché non c’è la possibilità di sanificarli), oltre a caricabatterie per cellulari e bacinelle per lavare i panni. La raccolta è prevista domani e martedì all’Ecomuseo in via Ariosto 36 bis a Settimo Torinese, dalle 9,30 alle 13 e dalle 14 alle 17 e potrà essere utile anche per eventuali altri gruppi che probabilmente arriveranno. Al momento, infatti, più che materiale, servirebbero volontari per far fronte all’emergenza.

Repubblica
22 agosto 2021

Fonte: Perlapace.it – http://www.perlapace.it/la-solidarieta-settimo-torinese/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *