Punto pace di Vicenza – 54esima escursione storico-pacifista

Sabato 2 ottobre 2021
MONTE PANAROTTA (2001 mt) – FRAVORT (2347 mt)

(Gruppo del Lagorai – TN)


PRENDI GLI SCARPONI
E DI’ IL TUO “NO” ALLA GUERRA!


QUALCHE INDICAZIONE STRADALE:

Dalla Valsugana si prende l‘uscita Levico Terme – direzione Vetriolo Terme e Panarotta 2000.

RITROVO:

  • ore 9 allo Chalet Panorama di Panarotta 2000.

PRESENTAZIONE del PERCORSO

Percorso che non presenta particolari difficoltà, da affrontare con un buon allenamento in quanto abbastanza lungo. Dallo Chalet Panarotta si percorre un sentiero non segnato fino a cima Panarotta.
Lungo questa prima parte del percorso si possono vedere, grazie ad un ottimo intervento di recupero effettuato negli anni 2005/2006, le postazioni austriache della prima guerra mondiale. La cima infatti era un punto strategico, assieme ai capisaldi di forte Tenna (lago di Caldonazzo), di San Biagio (Lago di Levico), di Cimirlo e Roncogno (Civezzano alto) per lo sbarramento della Valsugana. Cima Panarotta ospitava due batterie di cannoni che bersagliarono a lungo le linee
italiane della val di Sella e rasero al suolo vari paesi della Valsugana occupati dall’esercito italiano.
Lasciata cima Panarotta si prosegue in discesa fino a raggiungere forcella La Bassa (1834 mt) dove si incontra il sentiero E5/325. Con buon impegno si raggiunge cima Fravort a 2347 mt. Sulla cima si trovano tracce di trincea, baraccamenti, scale e sotto ad essa, una lunga trincea difensiva. Con “ripida discesa” su pietraia si raggiunge Forcella Fravort (2161 mt). Si tralasciano le indicazioni per la successiva cima Gronlait (altra spettacolare cima) e si prosegue invece su sentiero/mulattiera che aggira cima Oscivat per raggiungere nuovamente forcella La Bassa. Da qui al punto di partenza
dell’escursione.
Per chi vuole approfondire le vicende belliche della zona:

  • Luca Girotto, La lunga trincea 1915 – 1918: cronache della Grande Guerra dalla Valsugana alla Val di Fiemme, Rossato, Vicenza 2005
  • Volker Jeschkeit, Le linee avanzate della Fortezza di Trento: la difesa della Valsugana e le vie di collegamento agli Altipiani, Curcu Genovese, Trento 2010
  • Mostra permanente della Grande Guerra in Valsugana – Borgo Valsugana

ACCOMPAGNATORI
Gigi Quagli e Maurizio Mazzetto
INFORMAZIONI TECNICHE

  • Dislivello: 800 metri
  • Tempo: ore 6 con soste
  • Riferimento cartografico: Altopiano di Pinè – Valle dei Mocheni; Ed. Tabacco 062
  • Il pranzo è al sacco.
  • NB: l’ Escursione verrà sospesa solo nel caso di forti piogge. Semmai telefonare a don Maurizio

PER ULTERIORI INFORMAZIONI

Maurizio Mazzetto: 349.4537562; Fabio Bassetto: 340.5983558
NOTA: Tutti i partecipanti dovranno firmare una liberatoria (di valore annuale) di esonero di responsabilità degli organizzatori

  • NOTA: VERRANNO RISPETTATE LE NORME – inerenti l’epidemia di Coronavirus – sulla distanza fisica tra i partecipanti.
    Seguici anche su:

www.inutilestrage.it: Sito web sulla Prima Guerra Mondiale, e non solo…

Facebook: Pax Christi Vicenza

Fonte: Pax Christi – https://www.paxchristi.it/?p=18557

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *