Rifondazione: “Salvini vuole migranti “irregolari” per recuperare voti”
Rifondazione: “Salvini vuole migranti “irregolari” per recuperare voti”

Gli emendamenti depositati dai parlamentari leghisti al già infame “decreto Piantedosi”, mirano a produrre maggiori condizioni di irregolarità. Abolizione della protezione speciale, richiedenti asilo nei Centri di accoglienza straordinaria delle prefetture, taglio netto ai ricongiungimenti familiari e raddoppio dei tempi di detenzione nei Centri per il rimpatrio. Abolire la protezione speciale significa condannare all’invisibilità decine di migliaia di persone, rinchiudere per mesi le persone nei Cpr è misera propaganda, business per gli enti gestori, produzione di infami sofferenze. Il tentativo è quello di far rientrare dalla finestra la parte più squallida dei “decreti Salvini”, modificati nel 2020. Contemporaneamente alla Geo Barents, la nave ong che ha soccorso, dopo aver ricevuto minacce dalla cosiddetta guardia costiera libica, 69 persone fra cui 9 donne e 25 minori, molti i bambini, dovrà arrivare fino a La Spezia -4 giorni di viaggio in più – prima di poter attraccare. Questo in “virttù” dell’applicazione del già citato decreto Piantedosi. Ci si augura che nel parlamento ci sia un sussulto di dignità e che almeno gli emendamenti proposti vengano respinti e comunque ci si augura che il Presidente della Repubblica non tradisca, ancora una volta, il proprio mandato di garante della Costituzione.

Stefano Galieni, responsabile nazionale immigrazione Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea, coordinamento Unione Popolare


Sostieni il Partito con una


 
Appuntamenti

Fonte: Rifondazione Comunista – http://www.rifondazione.it/primapagina/?p=52380

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *