Haiti: MSF condanna incursione armata nell’ospedale di Tabarre

Haiti: MSF condanna incursione armata nell’ospedale di Tabarre | MSF Italy


7 Luglio 2023


7 Luglio 2023

Haiti: MSF condanna incursione armata nell’ospedale di Tabarre

Circa 20 uomini armati hanno fatto irruzione nel nostro ospedale di Tabarre, a Port-au-Prince, capitale di Haiti, prendendo con la forza un paziente con ferite da arma da fuoco che si trovava ancora in sala operatoria.

Condanniamo fermamente questa incursione, avvenuta ieri sera, che dimostra ancora una volta il livello di violenza senza precedenti che attualmente imperversa a Port-au-Prince. Tutte le attività mediche per la cura di traumi e ustioni all’ospedale di Tabarre sono attualmente sospese a causa di questo incidente.

Ieri sera un paziente con ferite da arma da fuoco è arrivato in ospedale, dove è stato rapidamente ricoverato a causa della gravità delle ferite. Mentre si trovava ancora in sala operatoria, due uomini sono arrivati in ospedale fingendo di essere in pericolo di vita. Quando il cancello dell’ospedale è stato aperto, una ventina di uomini armati mascherati hanno fatto irruzione nell’ospedale per prendere il paziente ferito, che hanno poi portato via.

C’è un senso di disprezzo per la vita umana tra le parti in conflitto e una tale violenza a Port-au-Prince, che nemmeno le persone vulnerabili, i malati e i feriti vengono risparmiati. Come possiamo noi, operatori sanitari, continuare a fornire un supporto con questo clima? Dobbiamo capire cosa è successo e concedere una pausa al nostro personale medico che è stato minacciato di morte. Per questo abbiamo deciso al momento di sospendere le nostre attività, al fine di valutare le condizioni per una potenziale ripresa”. Mahaman Bachard IroResponsabile dei programmi di MSF ad Haiti.

La nostra presenza e le nostre operazioni vengono continuamente messe in discussione da una serie di incidenti di sicurezza che hanno coinvolto le équipe mediche. Il personale sanitario, che lotta quotidianamente per salvare vite umane, è scioccato dalla violenza e dal disprezzo mostrato da questi gruppi armati nei loro confronti.

Per motivi di sicurezza, nell’area metropolitana di Port-au-Prince, abbiamo dovuto:

  • chiudere temporaneamente l’ospedale di Drouillard nell’aprile 2022,
  • chiudere definitivamente il suo centro di emergenza a Martissant nel giugno 2021,
  • sospendere il supporto all’ospedale Raoul Pierre Louis di Carrefour nel gennaio 2023.

Ancora una volta, chiediamo alle varie parti in conflitto a Port-au-Prince di rispettare le strutture mediche affinché possano continuare a funzionare. Rimaniamo determinati a stare al fianco del popolo haitiano, principale vittima del grave deterioramento delle condizioni di sicurezza del paese negli ultimi anni. Nonostante le attività all’ospedale di Tabarre siano state temporaneamente sospese, le altre nostre attività mediche ad Haiti continuano.

MSF ad Haiti

Nel 2022, MSF in collaborazione con il Ministero della Salute, ha effettuato più di 4.600 interventi chirurgici, 34.200 consultazioni d’emergenza e 17.800 consultazioni in cliniche mobili, ha curato 2.600 persone con ferite d’arma da fuoco, 370 persone con ustioni e 2.300 persone per violenza sessuale, e hanno prestato assistenza durante 700 parti.

MSF Italia is part of a global network delivering medical aid where it is needed most. Independent. Neutral. Impartial.

Fonte: Medici Senza Frontiere – https://www.medicisenzafrontiere.it/news-e-storie/news/haiti-msf-condanna-incursione-armata-ospedale-tabarre/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *